FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Pavia, muore e lascia un mln di euro ai suoi 2 cani e ad associazioni per randagi

Lʼottantenne non aveva eredi diretti e ha quindi deciso di donare parte del suo patrimonio ai due "compagni di vita"

Pavia, muore e lascia un mln di euro ai suoi 2 cani e ad associazioni per randagi

Viveva con due cagnolini e, alla sua morte, ha deciso di dividere la sua eredità tra loro e le associazioni che assistono cani e gatti abbandonati. E' la storia di un ottantenne residente in provincia di Pavia, titolare di un patrimonio pari a quasi un milione di euro. Non avendo eredi diretti, né moglie e figli, l'uomo ha voluto premiare i suoi "compagni di vita", Piccola e Jack.

A loro, una meticcia e un cocker, sono andati 20mila euro, che saranno amministrati da un tutore, come scrive "La Provincia pavese". Alle due associazioni per animali abbandonati saranno versati i restanti suoi averi: tra titoli azionari, denaro liquido e l'immobile in cui l'uomo viveva, circa 890mila euro.

Delle volontà testamentarie si è occupato l'avvocato Francesca Zambonin, con lo studio a Binasco, che preferisce non rivelare né il nome dell'ottantenne né quello delle due associazioni di tutela animali. "Quando il mio cliente ha scritto il suo testamento - racconta il legale - vi ha espresso la volontà che i cani fossero affidati a un vicino di casa e che l'uomo avesse a disposizione la somma di 20mila euro da destinare esclusivamente alla cura degli animali". Per Piccola e Jack il futuro è assicurato. E probabilmente anche per tanti cani e gatti meno fortunati di loro.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali