FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Milano, è morto il bimbo precipitato nella tromba delle scale a scuola

Lo ha comunicato lʼospedale Niguarda dove il piccolo era stato ricoverato in gravissime condizioni. La Procura ha aperto unʼinchiesta per omicidio colposo in relazione al reato di omessa vigilanza

Bimbo morto a Milano, fiori lasciati sul cancello della scuola

E' morto il bambino di 6 anni precipitato nella tromba delle scale della scuola primaria "Pirelli" di Milano. Lo ha comunicato, con una nota, l'ospedale Niguarda dove il piccolo era stato ricoverato in gravissime condizioni. "In riferimento al bambino caduto a scuola il 18 ottobre, si comunica che è terminato l'accertamento di morte con criteri neurologici ed è stato dichiarato il decesso alle ore 9.53", si legge nel comunicato.

Da subito le sue condizioni erano apparse gravi ai primi soccorritori e, trasportato all'ospedale Niguarda, era stato operato per cercare di diminuire la pressione intracranica. Stamani sono stati avviati gli accertamenti per dichiarare la morte del bimbo che si sono conclusi nel pomeriggio.

 

Bimbo caduto dalle scale della scuola a Milano, la mamma: "Lasciato solo nel corridoio al piano alto"

 

La Procura ha aperto un'inchiesta per omicidio colposo in relazione all'omessa vigilanza: sono da accertare le responsabilità degli insegnanti e degli operatori scolastici. Il piccolo, che era andato in bagno, ha scavalcato la ringhiera delle scale ed è caduto nel vuoto facendo un volo di 10 metri. Il fascicolo è stato assegnato dal procuratore aggiunto Tiziana Siciliano al pm Letizia Mocciaro.

 

Ministro Fioramonti, lutto per tutta la scuola - "Come ho già dichiarato a poche ore dall'accaduto, ho disposto tutti gli accertamenti dovuti e confido nel lavoro della magistratura. Il mio pensiero oggi è però solo quello di un padre. È un giorno di lutto per tutto il mondo della scuola". Lo ha detto in un tweet il ministro dell'Istruzione, Lorenzo Fioramonti.

 

 

Sala: "Per Milano è giorno doloroso" - "Per Milano oggi è un giorno doloroso. Per me uno dei piu' tristi da quando sono Sindaco". Lo ha detto Giuseppe Sala esprimendo il suo cordoglio per la morte del bambino. "In questi giorni sono stato, con la doverosa riservatezza del caso, in costante contatto con i medici e attraverso loro ho espresso la vicinanza alla famiglia - ha concluso -. Adesso però ogni parola è superflua e non posso che mandare un grande abbraccio a nome di tutta Milano alla mamma, al papà e a tutti i familiari". 
 

 

Milano, bimbo di sei anni precipita nella tromba delle scale a scuola: è grave | Si indaga per omessa vigilanza

 

Fontana: sincero e forte abbraccio ai genitori - "Il cordoglio e la vicinanza di tutta la Giunta regionale ai genitori del bambino di 6 anni deceduto oggi, all'ospedale Niguarda. Alla mamma e al papà vada il nostro più sincero e forte abbraccio per affrontare una perdita cosi' dolorosa. Rivolgiamo anche un grande ringraziamento a tutta l'equipe della struttura di Neurorianimazione che per quattro giorni ha cercato disperatamente di salvare la vita al piccolo, purtroppo senza riuscirci, a causa del grosso trauma riportato". Lo afferma il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali