FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Lombardia, cani e gatti entreranno in ospedale a trovare i loro padroni

Eʼ una delle novità del regolamento sulla tutela degli animaliapprovato dalla giunta Maroni e in vigore da gennaio

Lombardia, cani e gatti entreranno in ospedale a trovare i loro padroni

Rivoluzione animale in Lombardia. Dal 2017, cani e gatti potranno entrare negli ospedali e nelle case di riposo della regione per far visita ai loro padroni bisognosi di affetto e di coccole. La giunta guidata da Maroni ha approvato, infatti, un regolamento, atteso da sette anni, che stabilisce norme d'assoluta modernità per la tutela degli animali d'affezione e la prevenzione del randagismo. Ci saranno comunque dei requisiti da rispettare: i cani dovranno essere muniti di museruola e condotti al guinzaglio mentre i gatti dovranno essere trasportati nell'apposita gabbietta. Chi non osserverà queste condizioni, potrà essere soggetto a multe dai 150 ai 900 euro.

Nel regolamento si parla anche dei "doveri" dei proprietari verso i loro amici a quattro zampe: coloro che decidono di tenere un animale da compagnia devono impegnarsi a fornirgli un luogo adeguato in cui si senta protetto, devono sfamarlo e dissetarlo e soprattutto garantirgli le cure adeguate in caso di malattia. 

Viene prestata una forte attenzione anche al randagismo, un fenomeno che va estinguendosi nelle città ma che è sempre presente nelle aree rurali. Le prescrizioni della giunta lombarda ribadiscono che chiunque si imbatta in un cane vagante è tenuto ad avvisare il comune in cui è avvenuto l'avvistamento, rivolgendosi alla polizia locale o al dipartimento veterinario dell'Ats (Agenzia di tutela della salute).

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali