FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Lodi, branco di cinghiali sullʼA1 causa un incidente: morto un 28enne

Sono rimaste ferite altre dieci persone, fra cui cinque minorenni. Il più grave è stato portato in codice rosso a Parma

Un grave incidente sull'A1 fra Lodi e Casalpusterlengo causato dal passaggio di un branco di cinghiali è costato la vita a un 28enne. Sono rimaste ferite altre dieci persone, fra cui cinque minorenni. Il più grave è stato portato in codice rosso all'ospedale Maggiore di Parma. L'incidente ha coinvolto tre automobili dirette a Sud.

Sul posto sono intervenute cinque ambulanze, oltre ai vigili del fuoco. Alcuni feriti sono stati trasportati nei vicini ospedali di Lodi e Piacenza. Le operazioni di sgombero della carreggiata e i rilievi hanno reso necessaria la chiusura del tratto con la conseguente formazione di lunghe code, soprattutto in direzione Bologna.

La dinamica - Secondo la polizia, la prima auto ha investito due cinghiali e si è fermata. Una seconda ha invece travolto le carcasse degli animali e poi urtato il veicolo fermo. Il conducente è sceso, probabilmente per chiedere aiuto, ed è stato travolto da una terza vettura, che si è poi scontrata con le due auto ferme. Il conducente dell'ultima macchina, di origini polacche ma residente in Italia, è morto sul colpo, mentre la sua fidanzata di 27 anni è stata trasportata in gravissime condizioni all'ospedale di Lodi.

Gli altri feriti - A Parma, sempre in codice rosso, è stato invece trasportato l'uomo travolto. Gli altri feriti sono un bambino e una bambina di otto anni, un undicenne, un tredicenne, una ragazza di 15 anni, due donne di 37 e 39 anni e due uomini di 40 e 48.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali