FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Cassino, grave incidente sulla A1: muoiono coppia e il bimbo di 6 mesi

La famiglia distrutta stava tornando a casa in Calabria dopo alcuni giorni trascorsi a Roma

Famiglia distrutta in uno schianto sulla A1 nei pressi di Cassino, nel tratto tra Ceprano e Pontecorvo, in provincia di Frosinone. Nello scontro tra due auto sono morti due 35enni calabresi (l'avvocato Stanislao Acri e la moglie Daria Olivoe) e il loro bimbo di 6 mesi. La famiglia, di Rossano Calabro, stava rientrando a casa dopo alcuni giorni trascorsi a Roma.

Incidente sullʼA1: distrutta una famiglia calabrese con un neonato

La macchina, una Fiat Punto, ha prima sbattuto contro un'altra vettura e poi contro lo spartitraffico di cemento. L'incidente si è verificato poco prima delle 13, creando diversi chilometri di coda. Sul posto è giunta anche una eliambulanza ma ormai per le vittime non c'era più nulla da fare.

Acri era conosciuto nella città ionica calabrese. Attivista del Movimento 5 Stelle, nel 2016 era stato candidato sindaco della città, senza arrivare al ballottaggio. Il cordoglio del leader M5s Luigi Di Maio, che su Facebook ha scritto: "Una tragedia immane. Porgo le mie più sentite condoglianze a tutti i familiari e gli amici".

Drammatico weekend sulle strade - Vittime a causa di un incidente anche nel Salento: due morti e 4 feriti nella notte sulla strada tra Surbo e Torre Chianca. Un 15enne è invece morto nel Sannio quando la macchina in cui era con tre amici di 18 e 20 anni è andata fuori strada.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali