Da Milano fino a Dublino, a superare il lockdown ci pensano i taccuini "viaggiatori"