FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Desiree Piovanelli, cartelli con insulti al padre appesi in strada nel Bresciano

Il papà della 14enne uccisa nel 2002 aveva fatto aprire unʼinchiesta bis sulla morte della figlia sostenendo che dietro allʼomicidio ci fosse un giro di pedofilia e un mandante ancora libero

desirée piovanelli

Due cartelli con insulti sono stati appesi in strada a Leno, nel Bresciano, contro il padre di Desiree Piovanelli, la 14enne uccisa nel 2002 da tre minorenni e un maggiorenne. "Piovanelli Maurizio sei un miserabile burattino appeso ai fili dei burattinai di Leno", è stato scritto. Piovanelli un anno fa aveva fatto aprire un'inchiesta bis sulla morte della figlia sostenendo che dietro all'omicidio ci fosse un giro di pedofilia e un mandante ancora libero.

Sul secondo cartello c'è un attacco diretto agli uomini "in divisa" definiti" vigliacchi". Nel messaggio sono stati anche citati due residenti in paese: uno è un imprenditore che ha presentato un esposto in Procura facendo il nome del presunto mandante del delitto di Desiree Piovanelli e l'altro è il padre di una ragazza vittima anni fa di prostituzione minorile e che aveva denunciato un uomo del paese poi condannato a otto anni.

 

Maurizio Piovanelli, che ha sporto denuncia ai carabinieri, a febbraio aveva trovato sul cancello di casa un fantoccio con un teschio.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali