FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Castelleone (Cremona), lite in un bar finisce nel sangue: ucciso un 40enne

L'aggressore, arrestato dai carabinieri nella sua abitazione, ha colpito più volte la vittima con un coltello per poi andarsene. Inutili i tentativi di intervento di alcuni testimoni

Facebook

Un uomo di 40 anni, Giovanni Senatore, è morto in ospedale dopo essere stato accoltellato durante una lite fuori da un bar a Castelleone, nel Cremonese.

L'aggressore, il 33enne

Mauro Mutigli, è stato arrestato dai carabinieri con l'accusa di omicidio. Tutto è accaduto intorno alle 21:30 di mercoledì sera: i due erano seduti ai tavolini di un bar vicino a piazza del Comune quando, per motivi è ancora da chiarire, è scoppiato un diverbio. Poi l'aggressione.

 


La vittima colpita più volte -

Una terza persona è rimasta coinvolta e ha riportato ferite lievi. La lite tra la vittima e l'aggressore, infatti, è subito degenerata con pugni, calci e colpi di sedia. Poi Mauro Mutigli ha estratto il coltello e ha colpito più volte Giovanni Senatore, nonostante alcuni testimonia abbiano provato a intervenire per separarli, lasciandolo poi a terra una pozza di sangue. Il tutto è successo mentre in paese era in corso una festa con artisti di strada. L'omicida, dopo essere scappato, è stato raggiunto a casa dai carabinieri e arrestato. 


 



TI POTREBBE INTERESSARE

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali