FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Bimbi uccisi a Lecco, Bressi alla moglie: "Hai rovinato la famiglia"

Il computer dellʼuomo che ha ucciso i due figli è stato sequestrato. Martedì lʼautopsia, che stabilirà se i due ragazzini siano stati sedati

Lecco, strangola i figli e si suicida

Sono tre i messaggi WhatsApp che Mario Bressi, l'uomo che ha ucciso i suoi due figli gemelli di 12 anni nella casa di villeggiatura in Valsassina e poi si è tolto la vita, ha inviato alla moglie, Daniela Fumagalli. L'ultimo spedito, da quanto emerge dalle indagini, sarebbe in realtà una lunga lettera in cui il 45enne lancia pesanti accuse alla donna ritenendola colpevole di aver rovinato la loro famiglia.
 

L'analisi del pc - Intanto il computer di Bressi è stato sequestrato nella sua abitazione di Gessate, nel Milanese, dai carabinieri su disposizione della Procura di Lecco. L'analisi del pc, che potrebbe essere affidata a un consulente esperto, è uno degli elementi fondamentali per consentire agli investigatori di accertare se il gesto del padre sia stato preordinato oppure no. 

 

Martedì l'autopsia - E' stata fissata per martedì l'autopsia dei bambini, Elena e Diego, e dell'uomo, con analisi tossicologiche. Gli esiti stabiliranno anche l'orario della morte, collocata da un primo accertamento tra la tarda serata di venerdì e le prime ore di sabato mattina, e se i ragazzini siano stati sedati. 

 

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali