FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Uccide i figli a Lecco e si suicida, l'avvocato della moglie: "Non voleva portargli via i bambini"

Proseguono intanto le indagini a Margno: si cerca di stabilire in particolare se il gesto del 45enne possa essere stato premeditato

Lecco, strangola i figli e si suicida

La separazione ritenuta all'origine della tragedia di Margno non si presentava così difficile. Lo ha detto Davide Colombo legale della moglie, Daniela Fumagalli. "Non aveva mai minacciato di portargli via i figli", ha spiegato l'avvocato sottolineando che la pratica per la separazione era ancora agli albori. Nella notte tra venerdì e sabato Mario Bressi, impiegato di 45 anni, ha ucciso i due figli, Elena e Diego, prima di suicidarsi. 

"La separazione era davvero agli inizi - ha proseguito l'avvocato Davide Colombo, parlando con "Repubblica" - non eravamo nemmeno ancora agli atti. Non mi risultano tensioni tra loro, né minacce precedenti. Le cose si stavano muovendo con tranquillità".

 

 

Le indagini sull'eventuale premeditazione Intanto proseguono le indagini. In particolare si sta cercando di stabilire se l'omicidio dei due dodicenni sia stato premeditato o se il padre sia stato colto da un raptus e se questo sia stato causato da una discussione al telefono con la moglie. Sarà l'autopsia a stabilire le cause esatte del decesso dei bambini; la ragazzina, sempre secondo i primi accertamenti, sarebbe stata strangolata, il fratellino soffocato. Gli esami tossicologici, disposti in sede autoptica, dovranno inoltre stabilire se prima di essere uccisi siano stati sedati.

 

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali