FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Bergamo, professoressa di italiano fa sesso con alunno 14enne: ai domiciliari

La donna, 40 anni, due figli, ha alle spalle un matrimonio finito male. Gli investigatori hanno pedinato lei e il ragazzino: gli incontri avvenivano nellʼauto dellʼinsegnante

Una professoressa di italiano di una scuola media è finita agli arresti domiciliari per aver fatto sesso con un suo alunno, oggi 14enne, che all'epoca dei fatti aveva solo 13 anni. La donna, 40enne, un matrimonio finito male e due figli, dice di essere innamorata del ragazzo e assicura che il rapporto è consenziente, fatto che sarebbe confermato dai messaggi che i due si scambiavano sul cellulare.

Ma la legge vieta rapporti sessuali con un minore in ogni caso fino ai 14 anni e fino ai 16 se l'adulto è un genitore o un insegnante, come in questo caso. A raccontare la vicenda è il "Corriere della Sera" sulle pagine di Bergamo. Il caso, accaduto in un paese della provincia, è stato trattato con la massima riservatezza per tutelare il ragazzino, alle prese in questi giorni con l'esame di terza media. La polizia giudiziaria ha notificato gli arresti alla prof a casa sua, ed è stato in quella occasione che lei ha protestato rivendicando che quello con l'alunno sarebbe stato un rapporto d'amore e non di sesso. Le indagini confermano che non c'è stata nessuna costrizione, ma questo non cambia nulla nelle responsabilità dell'insegnante davanti alla legge.

Sembra che a scuola nessuno si fosse accorto di nulla, sempre secondo quanto emerso dalle indagini. La segnalazione sui presunti incontri sessuali era arrivata agli uffici della Procura, che aveva subito messo in campo una squadra di investigatori, i quali hanno ritenuto di chiedere una misura cautelare per la donna, disposta poi dal gip. Gli inquirenti hanno pedinato l'insegnante e il ragazzino, che si appartavano sull'auto di lei, e intercettato telefonate e messaggi. Anche i genitori, già ascoltati in Procura, non avevano nessun sospetto sull'insengante. Il quattordicenne dovrà ora essere sentito con un supporto psicologico.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali