FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Bergamo, il Comune di Barzana mette al bando i palloncini di plastica colorati: inquinano e sono difficili da smaltire

Il piccolo centro lombardo potrebbe aprire una nuova via "verde" se altre città e paesi seguiranno il suo esempio

Ansa

Prima ha promosso un festival green dedicato alla sostenibilità, poi ha fatto un primo, concreto passo: ha messo al bando i palloncini di plastica.

A lanciare l'iniziativa è stato il Comune di Barzana, duemila abitanti, un paese in provincia di Bergamo. Al convegno organizzato gli esperti intervenuti hanno affrontato tematiche spesso trascurate nella tematica della tutela ambientale, tra cui appunto l'uso dei colorati, e inquinanti, palloncini. Che nel territorio di Barzana non potranno più essere utilizzati, né nelle feste pubbliche né in quelle private.

Rifiuti negli oceani: i numeri

Esempio da seguire - Un'iniziativa, quella del piccolo centro della Bergamasca, che potrebbe aprire una nuova via "verde" se altri paesi e città faranno scelte simili.

 

"Con l'asporto siamo sommersi dai rifiuti": bar del Torinese lancia l'iniziativa #portalatazza

"Due sacchi neri d'immondizia al giorno. Solo di bicchierini da caffè". Dopo questa constatazione, per contrastare la gran quantità di spazzatura prodotta dall'asporto, il Bar Ciabot di Borgata Corbiglia, a Rivoli (Torino), ha deciso di lanciare l'iniziativa "Porta la tazza". "Siamo sommersi dai rifiuti" è il pensiero del titolare, che si fa portavoce dello slogan: "Sii tu il cambiamento che vuoi vedere nel mondo". Così per i clienti del locale "essere ecologici è anche conveniente": "Ogni 10 caffè /cappuccini ne avrai uno omaggio". "E' da novembre - ricorda il titolare che ha lanciato l'iniziativa con l'hashtag #portalatazza - che, salvo i brevi periodi in zona gialla, i bar e ristoranti sono obbligati a servire cibo e bevande d'asporto producendo davvero troppa immondizia! Se andiamo avanti così la terra soffocherà, sommersa dai nostri rifiuti. Basta una tazza per aiutarla a respirare". L'obiettivo, che parte dal Torinese, è ambizioso: "Proporre l'idea #PortaLaTazza in tutti i locali, le norme igieniche sono comunque rispettate"

Leggi Tutto Leggi Meno

 

Plastica difficile da smaltire e riciclare - La plastica dei palloncini infatti non è facilmente smaltibile e riciclabile e spesso si disperde nell'ambiente, contribuendo a inquinare città, prati, mari. Quando e se i palloncini, una volta utilizzati, vengono raccolti, dovrebbero essere gettati nell'indifferenziata. Ma in realtà l'operazione raccolta è praticamente inesistente: i palloncini lanciati in aria scoppiano e ricadono a terra e molto difficilmente vengono poi correttamente smaltiti. 

 

 

Il tema fuochi d'artificio - Un altro capitolo affrontato nel convegno sulla sostenibilità di Barzana è stato quello legato ai fuochi d'artificio: anch'essi sono altamente inquinanti. E l'argomento viene affrontato molto raramente quando si discute di tematiche legate all'ambiente e alla sua tutela. 

 

D'altra parte, sono già diversi i provvedimenti che nell'Unione europea sono stati lanciati per affrontare un problema come quello dei palloncini, solo apparentemente trascurabile. Riempiti di elio e realizzati con un composto a base di lattice e altri materiali plastici, i palloncini che allietano le nostre feste spariscono dal nostro ecosistema solo a distanza di anni. E, secondo i dati diffusi dall'University of Tasmania, pubblicati da Ocean Conservancy, i brandelli di plastica originati dopo lo scoppio in aria sono il terzo rifiuto più pericoloso per tartarughe, uccelli marini e foche. 

 

 

TI POTREBBE INTERESSARE

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali