FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Alunno con il cartello "asino" in classe in una scuola di Milano, la preside: "Quella professoressa dovrà chiarire"

Sospesi i ragazzi che hanno fotografato lo studente in "punizione". Ma i genitori non ci stanno e presentano un esposto

Alunno con il cartello "asino" in classe in una scuola di Milano, la preside: "Quella professoressa dovrà chiarire"

Seduto in un angolo dell'aula per punizione, faccia al muro e sulla schiena un cartello con la scritta "asino". E' l'immagine che si vede in una foto scattata in una scuola media statale di Milano. A farla, come scrive il "Corriere della Sera", sono stati due ragazzi, compagni di quello ritratto di spalle. Gli autori di quella foto sono stati sospesi. La preside: "L'insegnante era in classe, adesso dovrà chiarire quanto accaduto".

L'episodio, ha scatenato la bagarre nell'istituto, in pieno centro a Milano. La madre di una ragazza sospesa difende la figlia perché "era giusto documentare" quanto accaduto. Alla preside è stato riferito che la professoressa, una supplente, avrebbe punito il ragazzo mandandolo in fondo alla classe perché disturbava e avverte: "Quell'insegnante risponderà del suo comportamento".

Il caso è stato sottoposto all'attenzione dell'Ufficio scolastico, con la relazione della stessa preside depositata in provveditorato. La dirigente dell'istituto spiega infatti che lei, personalmente, "può disporre nei confronti di un docente solo sanzioni fino a 10 giorni", mentre se ritiene che il comportamento dell'insegnante sia particolarmente grave deve chiedere all'Ufficio scolastico, che deciderà come procedere.

Due ragazzi sospesi - La sospensione dei due ragazzi, spiega la dirigente, è stata decisa dopo due settimane di "indagini" interne all'istituto, "come provvedimento educativo" perché i ragazzi "hanno violato il regolamento" facendo quelle foto e inviandole sulla chat di classe "con il rischio che siano diffuse". Ma i genitori di una studentessa si difendono: "Nostra figlia ha cercato di parlare con la prof per quello che stava succedendo e si è presa una nota. Allora ha fatto la foto per documentare quanto accaduto. Quella sanzione è sproporzionata".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali