FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Ventimiglia, il capo della polizia: "Lʼunica soluzione è portare i migranti altrove"

Sulla morte per infarto del poliziotto durante i tafferugli con i No border Gabrielli sottolinea: "Poco serio dare la colpa a loro"

"C'è un solo modo per decomprimere la situazione a Ventimiglia: prendere queste persone e portarle da un'altra parte". Così il capo della polizia Franco Gabrielli sul caos migranti a Ventimiglia. Commentando il decesso dell'assistente capo Diego Turra, avvenuto per infarto durante i tafferugli con gli antagonisti, ha detto: "Non c'è rabbia nei confronti di nessuno. Certamente addebitare ai No border la morte del nostro collega credo sia poco serio".

Gabrielli ha quindi sottolineato che "non bisogna dimenticare quanto è stato fatto: rispetto a un anno fa è stato realizzato un centro dove dare accoglienza dignitosa a queste persone. C'è la gestione di un flusso che è rimasto costante a fronte del fatto che molte persone stanno risalendo la penisola e molte vengono rimandate qui dai colleghi francesi. Già mantenere livelli di stabilità implica trasferimenti, servizi, programmazione. Per questo mando un plauso al prefetto e al questore di Imperia che hanno saputo gestire la situazione".

Il capo della polizia ha plaudito anche "al reparto mobile che nel momento in cui un loro collega era a terra esanime non ha lasciato la posizione, ha salvaguardato i fermati in modo corretto e gestito al meglio l'ordine pubblico. Dietro queste azioni ci sono uomini e donne che lavorano con grande abnegazione e sacrificio. La mia presenza oggi è un gesto solidarietà e ringraziamento".

Tornando a parlare dei No border, invece, il capo della polizia ha spiegato che "è ovvio che queste persone, molto spesso professionisti dell'agitazione, hanno poco a che vedere con i drammi delle persone che dicono di rappresentare. Anzi, credo che siano più una complicazione alla vita di questi poveri disgraziati e noi gestiremo la situazione come è giusto che avvenga, secondo il codice penale".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali