FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Ponte Genova, Toti: "Autostrade paga, Fincantieri costruisce" | Fiamme gialle sequestrano documenti al ministero

Il governatore della Liguria, che è anche commissario per lʼemergenza, indica i prossimi passi da compiere. Banca Intesa Sanpaolo pronta a cancellare i mutui

"Per un volta possiamo farla semplice: Autostrade apre il cantiere e paga il conto. Fincantieri costruisce il ponte. Renzo Piano regala a Genova il disegno di un ponte bellissimo". Così il governatore della Liguria, Giovanni Toti, che è anche commissario per l'emergenza, indica su Facebook i prossimi passi da compiere. E spiega che "così, senza polemiche, la città può riavere in fretta un'opera indispensabile, sicura e meravigliosa".

Genova, ecco il ponte di Renzo Piano

Ecco il ponte di Renzo Piano a Genova, che andrà a sostituire il Morandi crollato sul Polcevera alla vigilia di Ferragosto. Plastico e progetto sono stati fotografati e postati sulla pagina Facebook del governatore della Liguria Giovanni Toti, immortalato al tavolo con l'architetto. "Per un volta possiamo farla semplice - scrive Toti sulla sua pagina social. - Autostrade apre il cantiere e paga il conto. Fincantieri costruisce il ponte (se serve con altre primarie imprese necessarie per il loro know-how). Renzo Piano regala a Genova il disegno di un ponte bellissimo. Così, senza polemiche, la città può riavere in fretta un'opera indispensabile, sicura e meravigliosa. Così si onora davvero chi ha perso la vita". Il ponte firmato Renzo Piano non ha tiranti, ma piloni come prue di navi; sarà illuminato da 43 lampioni, uno per ogni vittima: la luce proietterà una vela

leggi tutto

"Dirottare tutte le risorse possibili su un gigantesco piano di investimenti e cantiere che risani le nostre infrastrutture obsolete. Anche a costo - spiega Toti - di sacrificare provvedimenti bandiera forse più popolari come reddito di cittadinanza e flat tax".

Gdf sequestra documenti a Mit, Provveditorato e Spea - La guardia di finanza ha sequestrato tutta la documentazione relativa al ponte Morandi nel corso di una serie di perquisizioni effettuate a Roma, Genova, Milano e Firenze. Le Fiamme gialle si sono recate nelle sedi del Mit (ministero dei Trasporti) e nel suo ufficio ispettivo territoriale di Genova, nella sede del Provveditorato delle opere pubbliche di Liguria, Piemonte e Valle d'Aosta e in quella della Spea Engineering.

Banca Intesa Sanpaolo pronta a cancellare mutui - Intesa Sanpaolo è "pronta a cancellare i mutui nella zona rossa colpita dal crollo del ponte e a supportare con altri interventi le famiglie e le imprese della zona rossa". Lo ha comunicato lo stesso istituto di credito che ha stanziato un plafond di 4,5 milioni per la "remissione unilaterale dei mutui prima casa degli immobili che verranno dichiarati inagibili".

Anche Deutsche Bank ha deciso di fornire un proprio contributo. Concretamente, si legge in una nota, i clienti della banca (individui e famiglie) potranno richiedere una moratoria di 12 mesi sulle rate dei mutui.

Scontro tra Autostrade per l'Italia e il ministro Di Maio - Autostrade cerca di allontanare lo spettro della nazionalizzazione e apre all'ipotesi Cdp. Ma il tentativo viene bloccato sul nascere dal vicepremier Luigi Di Maio, che ribadisce l'intenzione del governo di procedere con la revoca della concessione, denunciare gli ex ministri che hanno firmato quell'atto e affidare la ricostruzione del ponte a Fincantieri. La società della famiglia Benetton intanto cerca di concentrarsi sulle prossime mosse: giovedì presenterà a Genova il piano di demolizione e ricostruzione del ponte mentre è in via di ultimazione la risposta alle contestazioni della procedura di revoca, attesa al ministero delle infrastrutture entro sabato e al vaglio dei cda di Aspi e Atlantia venerdì.

A far parlare è un'intervista dell'a.d. di Atlantia e Autostrade Giovanni Castellucci, che si difende dalle varie accuse, dice no alla nazionalizzazione ("Sarebbe una scelta in controtendenza nel mondo occidentale") e apre al possibile ingresso di Cdp in Autostrade: "Non c'è alcun progetto ne' alcun contratto. Posso dire, tuttavia che la cooperazione con fondi di investimenti istituzionali anche di matrice pubblica e con obiettivi di lungo termine fa parte del nostro Dna". Un'idea subito bocciata da Di Maio, che da Il Cairo replica sarcastico: "Voi prima avete fatto questo guaio e poi volete una partecipazione per salvarvi in Borsa? Non è questo il nostro obiettivo, il nostro obiettivo è fare in modo che d'ora in poi se si paga il pedaggio non si rischi di morire". E poi aggiunge una nuova stoccata alla famiglia Benetton: "Fino ad ora ha parlato l'a.d. di Atlantia, vorrei ascoltare i Benetton, battano un colpo, perché é veramente vergognoso l'atteggiamento che hanno avuto fino ad ora". "Il nostro obiettivo principale sul caso Autostrade  revocare le concessioni perché sono stati inadempienti", spiega il ministro, che è determinato anche a pagare i ministri che "hanno firmato quei contratti capestro" ("e per questo ci stiamo muovendo per una denuncia per danno erariale").

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali