FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Willy morto col fegato e il cuore spappolati: i risultati shock dell'autopsia

Impossibile stabilire la causa esatta della morte perché molti organi vitali sono stati lesionati

Omicidio Colleferro, i funerali di Willy: fiume di magliette bianche

Cuore, polmoni, milza e fegato spappolati oltre all'aorta lesionata: è quanto è risultato dall'autopsia di Willy Monteiro Duarte. Così tante le lesioni che anche per i medici legali è difficile stabilire quale sia stata la causa esatta della morte. Diversi infatti gli organi vitali lesionati dalle botte ricevute dal ragazzo che la notte tra il 5 e il 6 settembre è stato aggredito dai fratelli Marco e Gabriele Bianchi, Mario Pincarelli e Francesco Belleggia.

"Willy è stato vittima di un complesso traumatismo che si è realizzato con più azioni lesive", questo scrive il medico di Tor Vergata Saverio Potenza a cui è stata affidata l'autopsia. Sul volto sono state registrate almeno sei lesioni che hanno causato anche emorragie cerebrali. Ma sono stati i colpi sul torace e nell'addome ad aver causato danni irreparabili: una lesione di sette centimetri sul cuore, l'aorta toracica lesionata, i polmoni, il diaframma, la milza, il pancreas, il fegato. Nulla è rimasto intatto. Ed è molto difficile anche per i medici poter stabilire l'esatta causa della morte. Impossibile fermare le emorragie interne.

 

Colleferro, chi sono i fratelli Bianchi accusati dell'omicidio di Willy

 

Spunta il testimone chiave? - Gli inquirenti continuano a raccogliere le testimonianze per cercare di capire chi ha sferrato i colpi mortali contro Willy. Quella notte, assieme ai fratelli Bianchi, a Pincarelli e Belleggia era stato portato in camera di sicurezza anche Vittorio Tondinelli. Lui ha parlato di quanto accaduto ma non è stato fermato e la sua testimonianza non è stata raccolta. Ma ora a distanza di giorni sembra essere diventato il teste chiave per poter capire l'esatta dinamica del pestaggio. A questo si aggiungono le indagini sulle celle telefoniche. Non è escluso che nelle prossime settimane altre persone vengano sentite e nuovi nomi potrebbero finire sul registro degli indagati.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali