FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Via il nome delle madri dal cimitero dei feti abortiti: Roma cambia il regolamento

Il caso, scoppiato due anni fa dopo la scoperta causale da parte di alcune donne, era finito anche in tribunale

Roma, feti sepolti senza consenso e con il nome della madre

A Roma dalle croci delle sepolture dei feti abortiti scomparirà il nome della madre: d'ora in poi verrà indicato solo un codice alfanumerico.

La decisione è stata presa dalla Giunta capitolina, che ha approvato la proposta di modifica di due articoli del Regolamento di polizia cimiteriale per "adeguarlo alle necessità e alle sensibilità" legate al trattamento dei dati personali delle donne che hanno vissuto un aborto.


 


Il caso era scoppiato quando alcune donne avevano scoperto per caso che il loro nome era stato indicato su sepolture delle quali nemmeno sapevano l'esistenza al cimitero Flaminio di Roma. Il caso, dopo le denunce delle donne interessate, era finito anche in tribunale, ma un paio di mesi fa il gip ha archiviato la causa, sostenendo che si sia trattato non di un atto doloso ma semplicemente della conseguenza di una prassi erronea determinata da un vuoto normativo. 


 


TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:


 



Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali