FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Roma, imbrattata con vernice rossa la lapide in memoria di Ciro Esposito

Lʼatto di vandalismo avvenuto a Tor di Quinto è stato denunciato su Facebook dallʼAssociazione Ciro Vive

La targa a Roma che ricorda il tifoso partenopeo Ciro Esposito e che sorge a Tor di Quinto è stata completamente imbrattata di vernice rossa. Lo denuncia su Facebook l'Associazione Ciro Vive. La targa si trova nel luogo dove il giovane fu aggredito e ferito gravemente per poi morire dopo giorni di agonia. L'atto di vandalismo è avvenuto 10 giorni dopo la condanna in primo grado a 26 anni di Daniele De Santis per omicidio volontario.

Tor di Quinto, imbrattata la lapide di Ciro Esposito

La targa a Roma che ricorda Ciro Esposito e che sorge a Tor di Quinto è stata oggetto di vandali.

leggi tutto

"E' diventata rosso sangue" - "Ecco la fine che ha fatto la targa che era stata apposta da circa due mesi in Viale Tor di quinto dove Ciro fu ammazzato - si legge nel post su Facebook -. E' diventata rosso sangue... Dopo che media e stampa l'hanno pubblicizzata qualcuno ha pensato bene di infangare ancora una volta il suo nome e il suo ricordo ma... #Cirovivenonostantelevostrecattiverie".

Padre vittima: "Pittura non cancella il ricordo" - "Come non spegni il sole sparandomi. Non togli ciò che è scritto con la pittura". Con queste parole scritte sul suo profilo Facebook, Giovanni Esposito commenta l'episodio vandalico.

Avvocato famiglia: gesto ignobile - "Un gesto ignobile che accresce il dolore dei genitori, non solo privati di un figlio con un orrendo crimine, ma ora anche torturati psicologicamente. La lapide è stata ricoperta di rosso, come il sangue fatto versare a Ciro dalla furia bestiale dell'assassino". Questo il commento dell'avvocato Angelo Pisani, difensore della famiglia Esposito. "Come sappiamo - sottolinea Pisani riferendosi ai responsabili del gesto - non ci sono telecamere. Perciò possiamo solo immaginare chi è il colpevole". "In ogni caso - aggiunge - il colore rosso sangue ha un suo significato". Anche alla luce del nuovo episodio, Pisani rinnova la richiesta alla Procura di intensificare l'attività inquirente per identificare altri complici e ulteriori responsabili.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali