FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Rifiuti Roma, i presidi scrivono alla Raggi: "Pulisca o le scuole non riaprono"

"Cʼè un problema sanitario", scrivono in una lettera al Campidoglio. A rischio la riapertura degli istituti dellʼinfanzia e delle elementari. Il vicepremier Di Maio assicura: "Daremo il massimo supporto"

I presidi degli istituti scolastici del Lazio hanno scritto una lettera al sindaco di Roma, Virginia Raggi, per chiedere "un decisivo intervento per la raccolta dell'immondizia, almeno nei pressi delle scuole, prima della ripresa delle attività didattiche prevista per il 7 gennaio". Altrimenti, "l'eccessiva presenza di rifiuti per le strade della Capitale potrebbe comportare la chiusura di alcune scuole, soprattutto dell'infanzia ed elementari".

C'è un problema "sanitario", si legge nella missiva indirizzata alla Raggi: l'immondizia che straripa dai cassonetti davanti agli ingressi delle scuole "che potrebbe comportare in alcuni casi anche la chiusura degli istituti qualora non fosse tempestivamente risolto". La sezione Lazio dell'Associazione nazionale presidi, riporta Il Messaggero, racconta delle "numerose segnalazioni che stiamo ricevendo da diversi colleghi di scuole del centro e della periferia, di asili nido, scuole elementari, medie e superiori".

Di Maio: "Daremo il massimo supporto alla Regione e a Roma" - "Noi daremo massimo supporto alla regione Lazio e alla città di Roma", ha assicurato il vicepremier Luigi Di Maio. "E' chiaro - ha proseguito, parlando nel corso della visita ai lavoratori della Pernigotti - che con l'incendio di uno degli impianti fondamentali della città si è messa la città in ginocchio, ma so che Regione, Comune e ministero dell'Ambiente stanno lavorando per trovare una soluzione temporanea".

Ama: "Massima attenzione a scuole, interventi mirati" - "L'attenzione delle squadre e di tutto il personale operativo Ama per la raccolta dei rifiuti e la pulizia, anche di fronte ai plessi scolastici, è massima. Incessante è stata l'azione di intervento mirato in aree come quelle in prossimità di scuole e altri edifici pubblici, soprattutto e ancor più dopo l'incendio che ha determinato la grave chiusura dell'impianto Tmb del Salario, che trattava oltre un quinto dei rifiuti urbani residui della Capitale". Lo comunica l'Ama, azienda di raccolta rifiuti del comune di Roma.

Raggi porterà dossier su Ama in Procura - Il sindaco di Roma, Virginia Raggi, sta preparando un dossier sull'Ama, la municipalizzata che si occupa della raccolta dei rifiuti nella Capitale, da portare in procura. Lo fanno sapere fonti del Campidoglio. Al centro del dossier materiali e documenti che riguardano l'incendio all'impianto Tmb Salario dell'11 dicembre, una vicenda su cui già indagano i pm per disastro colposo, e l'attenzione è puntata sul non funzionamento dell'impianto di videosorveglianza. Tra il materiale del dossier anche i roghi dei cassonetti: circa 300 distrutti nel 2018, e la domanda è se siano dolosi. Nel materiale raccolto forse anche gli accertamenti interni dell'azienda su sospetti casi di assenteismo. Alla raccolta del materiale del dossier si sta lavorando da qualche giorno e a breve dovrebbe essere pronto per essere consegnato.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali