FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Ostia, la cronista Federica Angeli testimone contro gli Spada: "Ho pagato con la libertà"

Al via il processo per minacce e violenza privata a carico di Armando Spada dellʼomonimo clan attivo sul litorale laziale

"Ho pagato con la libertà personale ma credo sia servito a qualcosa. Con le mie denunce tutti adesso conoscono la realtà di Ostia". Così la cronista Federica Angeli, testimone nel processo per minacce e violenza privata a carico di Armando Spada, dell'omonimo clan, e Paolo Riccardo Papagni, fratello del presidente della Federbalneari. "Rifarei tutto. E' giusto essere qui. Sarò al banco dei testimoni, ma con me ci saranno tutti i cittadini", ha ricordato la giornalista.

"Il giorno in cui mi è stata assegnata la scorta, nel luglio del 2013, ho capito che la mia vita sarebbe stata stravolta. L'allora prefetto Giuseppe Pecoraro mi disse che la mia vita era a rischio per ciò che avevo scritto: una cosa, mi disse, che nessuno aveva mai fatto ad Ostia in 40 anni".

Rispondendo alle domande del giudice, la giornalista di Repubblica, apparsa visibilmente emozionata e a cui non mancate numerose attestazioni di solidarietà, ha ricostruito la sua vicenda. "Ho denunciato Spada nel maggio di cinque anni fa prima per le minacce ai miei danni e ai due operatori free lance durante l'inchiesta giornalistica sui roghi negli stabilimenti balneari e poi per aver assistito a un duplice tentato omicidio".

"Libertà finita" - Da quel momento per la cronista la "libertà è finita: ho tre bambini ai quali ho cercato di spiegare quello che era successo e ho fatto in modo che a loro non arrivasse nulla della mia paura. Non posso più andare a prendermi un gelato, devo decidere bene dove sedermi quando vado in un ristorante, non mi posso neppure affacciare al balcone di casa, perché io ho scelto di continuare a vivere a Ostia".

Orfini: "In Tribunale per ringraziare Federica Angeli" - "Sono stato ad abbracciare un'amica e ad onorare una promessa: a Federica Angeli avevo detto che il giorno del processo sarei stato con lei. E così ho fatto. Grazie Federica per il tuo coraggio e la tua tenacia". A scriverlo su Twitter è Matteo Orfini, presidente del Pd e candidato nel collegio uninominale di Torre Angela.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali