FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Maltempo, giornata nera per i treni: disagi a Roma e Napoli | Due inconvenienti hanno spezzato in due lʼItalia

Lʼemergenza neve ha comportato numerose cancellazioni e ritardi anche di 300 minuti. Delrio chiede rapporto dettagliato

L'ondata di gelo che ha colpito l'Italia ha creato molti disagi ai trasporti. La circolazione ferroviaria risulta fortemente rallentata nel nodo di Roma e sulle linee che giungono alla Capitale. Alla stazione Termini si sono registrati ritardi fino a 300 minuti. A causa della neve, disagi anche alla stazione centrale di Napoli, stracolma di persone in attesa dei convogli. Qui i ritardi vanno da 75 a 135 minuti.

I treni ad alta velocità da e per Napoli fermano nella stazione di Roma Tiburtina e non a Termini. Per gli Intercity sono state disposte cancellazioni dei collegamenti da e per Roma, mentre per la tratta Roma-Fiumicino i collegamenti no stop Leonardo Express sono riprese alle 14 con una corsa ogni 30 minuti. I treni della FL1 circolano con una frequenza di un treno ogni due ore.

Le Ferrovie ai viaggiatori: "Rimborsi integrali" - Le Ferrovie dello Stato hanno fatto sapere che i clienti di Trenitalia che nel corso della mattina hanno rinunciato al loro viaggio sui treni della lunga percorrenza, coinvolti nei rallentamenti, hanno ricevuto e hanno diritto al rimborso integrale del biglietto. "A chi ha comunque viaggiato ed è giunto a destinazione con un ritardo superiore alle tre ore - si legge in una nota - sarà riconosciuto il rimborso integrale del biglietto, anziché l'indennità del 50% prevista dalle normative europee".

Cancellati Intercity da e per Roma Termini - A causa del caos treni determinatosi nel nodo di Roma, Trenitalia ha deciso di cancellare tutti i treni Intercity con destinazione Roma Termini o con partenza da Roma Termini. Complessivamente, a causa delle nevicate su varie regioni italiane, Trenitalia ha cancellato il 20% dei treni a lunga percorrenza, e il 70% dei treni del traffico regionale.

Due inconvenienti hanno causato forti ritardi treni - I forti ritardi, fino a circa sette ore, subiti dai treni Frecciarossa sono stati causati da due fattori: la neve su Roma e un guasto ad un treno Italo sulla direttissima Roma-Firenze, nei pressi della stazione di Orte (Viterbo). Lo dicono fonti di Trenitalia. La nevicata ha determinato criticità a Termini e nelle altre stazioni della Capitale, con necessità di interventi diretti di operai per la pulizia e rimozione di ghiaccio e neve scaricati dal sottocassa dei treni nel percorrere i deviatoi. La seconda causa dei ritardi è stata un guasto di un treno Italo tra Roma e Orte, lungo la linea Roma-Firenze, verificatosi intorno alle ore 11. Si è determinata una lunga coda di convogli sia in direzione nord, sia in direzione sud, perché sulla direttissima è stato possibile utilizzare un solo binario, con la circolazione a senso alternato.

Delrio chiede dettagliato rapporto - Il ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, secondo quanto si apprende, ha chiesto, su mandato del ministro Graziano Delrio, un dettagliato rapporto in riferimento ai rilevanti ritardi registrati oggi nella circolazione dei treni, nel nodo di Roma e nel Centro-nord del Paese, che hanno causato notevoli disservizi e disagi ai passeggeri.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali