FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Capitano Ultimo, il Tar del Lazio conferma la revoca della scorta

Il 15 gennaio 1993 Sergio De Caprio mise le manette al Capo dei Capi: da allora la sua vita è stata considerata a rischio

de caprio capitano ultimo

Via la scorta a Sergio De Caprio, il "Capitano Ultimo" che il 15 gennaio 1993 arrestò Totò Riina. È quando deciso dal Tar del Lazio, che ha respinto la richiesta del carabiniere di sospendere il provvedimento emesso nei suoi confronti dal ministero dell'Interno. "Da oggi colpire il capitano Ultimo sarà più facile per tutti", ha commentato De Caprio su Facebook. 

"Stasera a Roma ricorderemo l'arresto di Riina alla casa famiglia - si legge ancora nel post -. Vi aspetto insieme ai carabinieri di allora, ai carabinieri di sempre, quelli che non abbandonano. Ringrazio con le lacrime agli occhi le 157mila persone che mi hanno sostenuto e mi sostengono, firmando la petizione online. Il vostro affetto è un onore immenso per me. Vi porto nel cuore uno a uno".

 

Nell'agosto del 2019 il Tar aveva prima sospeso e poi annullato un provvedimento di revoca della scorta al militare. A ottobre del 2019 è arrivato un nuovo provvedimento di revoca nei confronti del quale i legali hanno, ancora una volta, fatto ricorso al Tar che oggi ha deciso diversamente.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali