FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Arrestato il sindaco di Ponzano Romano: è accusato di corruzione | Indagato anche Denis Verdini

Perquisita anche la casa di Luciano Ciocchetti, ex vicepresidente della Regione Lazio. Per gli inquirenti avrebbero ricevuto benefici da Sergio Scarpellini, lʼimmobiliarista arrestato nel 2016 assieme a Marra

Il sindaco di Ponzano Romano, Enzo De Santis, è stato arrestato dai carabinieri corruzione. Ci sono anche due indagati, all'epoca dei fatti pubblici ufficiali. Per gli inquirenti avrebbero ricevuto benefici da Sergio Scarpellini, l'immobiliarista romano arrestato dai carabinieri per corruzione nel 2016 assieme all'allora dirigente del comune di Roma Capitale Raffaele Marra. Tra gli indagati anche Denis Verdini, la cui abitazione è stata perquisita.

Il finanziamento illecito ai partiti riguarda la locazione gratuita di diverse case che il costruttore romano, ora ai domiciliari, avrebbe concesso ai politici di vari partiti. De Santis, popolarissimo tra i suoi concittadini, era stato eletto primo cittadino nel 2016 con una lista civica di area centrista ottenendo il 100% dei voti.

Oltre a Verdini, risulta indagato anche l'ex presidente dell'assemblea Capitolina ed esponente del Pd Mirko Coratti, condannato a quattro anni e mezzo nel processo su Mafia Capitale. Perquisita anche l'abitazione di Luciano Ciocchetti, ex vicepresidente della Regione Lazio.

Corruzione, arrestato il sindaco di Ponzano Romano

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali