FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

La Sea Watch giunta a Catania, sbarcati i 47 migranti: ora saranno ridistribuiti | Salvini: "Irregolarità sulla nave"

Andranno in 9 Paesi Ue, tra cui lʼItalia. La nave, rimasta bloccata per sei giorni al largo di Siracusa

La Sea Watch è arrivata nel porto di Catania, attraccando nel molo di Levante. La nave, rimasta bloccata per sei giorni al largo di Siracusa con 47 migranti, era salpata attorno alle 5:30, dopo che la partenza, nella tarda serata di mercoledì, era stata rimandata a causa di un guasto tecnico. Le persone a bordo saranno distribuite tra 9 Paesi Ue, tra cui l'Italia.

La Sea Watch è entrata nel porto di Catania, scortata da quattro motovedette della guardia di finanza e della guardia costiera. Al termine dello sbarco, i membri dell'equipaggio e i passeggeri si sono salutati commossi tra abbracci e strette di mano.

Salvini: "Risultano irregolarità su Sea Watch" - "Non mi sostituisco ai giudici ma mi risulta che ci siano più elementi di irregolarità nella Sea Watch: col mare in tempesta invece di andare in Tunisia sono venuti in Italia. Quanto meno strano". Lo ha detto il vicepremier e ministro dell'Interno, Matteo Salvini a "Porta a Porta". "Io sono contento, perché un problema è risolto, missione compiuta - ha aggiunto Salvini -. La linea del rigore ha dato i suoi frutti. Otto paesi europei si faranno carico di questi migranti". "Ho difeso i confini di questo Paese, l'ho fatto e lo continuero' a fare", ha concluso, "stiamo verificando con ministro delle Infrastrutture chi far entrare e chi no, per verificare se ci saranno altri trafficanti di esseri umani".

Migranti in festa si abbracciano dopo l'attracco - Dopo l'attracco nel molo di Levante, i migranti a bordo hanno festeggiato abbracciandosi tra di loro e abbracciando anche i componenti dell'equipaggio della nave della Ong tedesca battente bandiera olandese. Alcuni di loro indossano la maglietta della Croce Rossa Italiana. Dall'altra parte del molo qualcuno ha esposto uno striscione con la scritta: "Stop the attack on refugees", basta attacchi ai rifugiati.

I 15 minorenni in struttura Fami a Catania - I 15 minorenni non accompagnati sbarcati dalla Sea Watch saranno accompagnati in un'unica struttura per la loro accoglienza che aderisce al Fondo asilo migrazione e integrazione del ministero dell'Interno. La notizia è confermata dal Tribunale per i minorenni di Catania che ha nominato i tutori per ciascun ragazzo e al quale da adesso spettano tutte le decisione per la loro tutela. "Al nostro Tribunale - rivela il presidente Maria Francesca Pricoco - sono arrivate da tutta Italia domande di persone disponibili a fare loro da tutore, ma le nomine sono state già fatte e sono esecutive".

Sea Watch: "Il calvario è finito, l'Europa accolga" - "Siamo contenti che il calvario sia finito per i nostri ospiti. Auguriamo loro il meglio", scrive su Twitter la Ong Sea Watch. "Speriamo che l'Europa possa accoglierli e permettergli di vivere come meritano", aggiunge.

Esposto "Legal Team" contro Salvini - Attentato alla costituzione, abuso in atti di ufficio, sequestro di persona, violenza privata, tortura: sono gli eventuali profili di reato che la Procura di Siracusa è stata invitata a esplorare con un esposto a carico del ministro dell'Interno Matteo Salvini sul caso della Sea Watch. L'iniziativa, partita formalmente da Torino, è dell'associazione "Lasciateci entrare" e di un gruppo di avvocati del Legal Team italia. Tra i firmatari compare anche l'europarlamentare Eleonora Forenza.

La Sea Watch è arrivata nel porto di Catania, migranti in festa

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali