FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Insultò il carabiniere ucciso a Roma, insegnante riammessa a scuola a Novara

Il sindacato di polizia: "Siamo perplessi". La donna ha sempre negato di essere stata lei a pubblicare il post sul proprio profilo

Insultò il carabiniere ucciso a Roma, insegnante riammessa a scuola a Novara

E' stata riammessa a scuola Eliana Frontini, l'insegnante di Novara finita nella bufera per il commento shock alla morte del vicebrigadiere Mario Cerciello Rega. Si tratta di una decisione che "ci lascia perplessi", ha commentato il Sap, Sindacato autonomo di polizia. "Uno in meno e chiaramente con uno sguardo poco intelligente. Non ne sentiremo la mancanza", aveva scritto su Facebook la docente.

La donna ha però sempre smentito di essere stata lei a pubblicare il post, e nei giorni scorsi ha consegnato alla commissione disciplinare dell'Ufficio Scolastico regionale la dichiarazione di una persona che ha ammesso di essere il vero autore del messaggio.

Ciononostante, il segretario generale del sindacati di polizia, Stefano Paoloni, si dice "perplesso per la decisione della commissione disciplina che ha permesso all'insegnante novarese Eliana Frontini il rientro a scuola dopo le orribili frasi apparse a suo nome sui social network. Il ruolo di una insegnante è quello di educare i giovani attraverso lo strumento dell'esempio. Non entro nel merito delle giustificazioni che, più che tali, paiono vere e proprie strategie difensive. Attendiamo che la verità sia accertata in sede penale".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali