FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Il Viminale autorizza lʼabbattimento dei lupi in casi eccezionali

Il ministero dellʼInterno rileva unʼemergenza sul territorio nazionale per lʼaumento degli esemplari, che "causano danni economici agli allevatori e allarme nella popolazione"

Il Viminale autorizza l'abbattimento dei lupi in casi eccezionali

Via libera all'abbattimento dei lupi, ma "solo a condizione che sia stata verificata l'assenza di altre soluzioni praticabili". E' quanto prevede una circolare del ministero dell'Interno inviata ai commissari di governo delle Province di Trento e Bolzano e al presidente della Valle d'Aosta. Il Viminale rileva "un'emergenza" nazionale e "un aumento della presenza di lupi che, avvicinandosi ai centri abitati, provocano allarme nella popolazione".

Secondo Matteo Piantedosi, capo di Gabinetto del ministro dell'Interno Matteo Salvini, i gruppi di predatori "causano importanti danni economici agli allevatori, attaccando ovini, caprini e talvolta bovini nelle zone di pascolo e di ricovero". La specie è tutelata dalla legge 357 del 1997.

Il Viminale sottolinea dunque "l'esigenza di adottare interventi di carattere preventivo ai fini della tutela della pubblica incolumità e della salvaguardia delle attività tradizionalmente legate alla montagna, all'agricoltura e alla zootecnia".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali