FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Il fiume interrato che esplode all'improvviso e solleva la piazza: ecco le immagini shock dall'Avellinese

Il video della polizia municipale mostra il momento in cui la piena di fango, dovuta al maltempo, sgorga dalla pavimentazione, investendo auto e passanti in fuga. Trecento evacuati e danni per cinque milioni di euro

Sono state diffuse dalla polizia municipale, e sono arrivate a Tgcom24 attraverso Il Caudino, le incredibili immagini del torrente interrato che "esplode" all'improvviso, a causa del maltempo, e solleva letteralmente la piazza di San Martino Valle Caudina (Avellino). L'inaspettata piena, che sgorga dalla pavimentazione stradale, sorprende auto e passanti. Le immagini delle telecamere di sorveglianza della piazza riprendono gente in fuga e vetture trascinate dall'ondata di fango e detriti quel pomeriggio del 22 dicembre. Una grande paura e un bilancio provvisorio di 5 milioni di euro di danni, con 300 persone evacuate prima della messa in sicurezza della zona. Una trentina di loro ha passato il Natale fuori casa. E il sindaco ha chiesto lo stato di calamità.

E', dunque, di quasi 5 milioni di euro il primo bilancio dei danni provocati dall'esondazione del torrente Caudino, tombato all'indomani del primo conflitto mondiale, che nel tardo pomeriggio di sabato 22 dicembre è letteralmente esploso travolgendo con acqua, fango e detriti il centro storico di San Martino Valle Caudina.

 

Nel torrente si era convogliata una frana staccatasi dal monte Pizzuto, verificatasi in zona Vallicelle, la stessa interessata dalla disastrosa alluvione che venti anni fa colpì la Valle Caudina e il Vallo di Lauro. Solo per fortuna non si contano vittime. L'unica ferita, una donna che nella concitazione di quei momenti è caduta procurandosi la frattura del braccio.

 

Maltempo, piazza "sollevata" nell'Avellinese: 300 persone evacuate

 

Dei 300 sfollati iniziali, soltanto una trentina ha passato il Natale nei centri di accoglienza e ospiti del locale convento dei francescani. Il sindaco ha chiesto lo stato di calamità che la Regione Campania inoltrerà al governo.

 

Il governatore campano Vincenzo De Luca, che si è poi recato nelle zone colpite, ha annunciato lo sblocco di 400mila euro per interventi di messa in sicurezza della montagna e altri 200mila euro per famiglie e commercianti del centro irpino che hanno subito i danni più rilevanti.

 

L'indomani sono stati ripristinati gli allacci di acqua e gas. L'Arcivescovo di Benevento, monsignor Beniamino Accrocca, ha fatto giungere la sua solidarietà alla comunità e ringraziato i soccorritori e le forze dell'ordine per la generosità e la tempestività del loro intervento. Unicredit ha disposto la moratoria di dodici mesi sulle rate dei mutui ipotecari e chirografari delle imprese che hanno sede legale nella quattro province campane colpite dal maltempo prenatalizio.

 

 

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali