FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Il tumore uccide Giada, Facebook cancella il suo diario: la rabbia della famiglia e degli amici

Friuli Venezia Giulia, la ventenne sul social aveva raccontato la sua lotta alla malattia in parole e immagini. La mamma: quei frammenti di lei sono tutto quello che ci resta

Il cancro ha cancellato Giada, Facebook i suoi ricordi. La sua storia. Perché sul social network la ragazza, di Sant'Osvaldo (Pordenone), morta a soli 20 anni per un grave tumore, ha raccontato la sua lotta contro la malattia, ha postato le foto che ne descrivevano le tappe, ha lasciato tracce concrete della sua storia. Eppure, quando Giada Scorza ci ha lasciato, la sua pagina social è stata eliminata. Suscitando rabbia e amarezza tra familiari e amici.

Lo spazio social della ventenne, di Sant'Osvaldo (Pordenone), era seguitissimo, come racconta il "Giornale". E adesso, dopo la sua morte, così pensano familiari e amici, le sue parole avrebbero potuto essere utili per chi si trova nella stessa drammatica situazione, aiutare tante persone a non perdere la speranza e a continuare a combattere. Come ha fatto lei, che non si è mai arresa. E invece... tutto cancellato. "Così rischiano di morire anche i ricordi più belli di mia figlia", dice la mamma, Margherita.

L'appello degli amici su Facebook - D'altra parte è prassi che sul social la pagina di chi è morto venga eliminata. Quella di Giada però era una pagina speciale. Ed eliminarla il giorno stesso del funerale è stato un duro colpo per tutti i 10.500 amici di Giada su Facebook, che scrivono: "Nel giorno della morte di Giada, il social in maniera del tutto arbitraria ha rimosso la pagina 'Giada Scorza lotta di una guerriera sorridente' che rappresenta per noi tutti l'eredità di questa ragazza speciale".

La giovane era "amministratore unico" della sua pagina social: con la sua morte, la cancellazione della pagina è quindi, tecnicamente, un atto dovuto. Ma i familiari non ci stanno. Hanno aperto una pagina in cui si chiede di riportare in vita il profilo della pubblico della ragazza minacciando, in caso contrario, che inviteranno tutti ad abbandonare il social. E chiedono risposte rapide. Il 2 luglio è in programma un mega evento per ricordare Giada. Per quella data vogliono indietro quelle foto, quelle parole, quelle pagine di diario. L'appello della mamma è disperato: "E' tutto quello che ci resta di lei".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali