FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Inciviltà a Pasquetta : le foto del Vesuvio invaso dai rifiuti

Dopo la tradizionale gita del Lunedì di Pasquetta, il Vesuvio è diventato una discarica a cielo aperto. Rifiuti sparsi nelle pinete, bottiglie di plastica, piatti, sacchetti e tovaglie sparsi nei tavoli da pic nic e, nei cespugli, tra gli alberi e per terra. A denunciarlo, con tanto di foto, è il sindaco di Ercolano, Ciro Buonajuto, sulle sue pagine social: "Questo è lo schifo che alcuni barbari hanno lasciato lungo la strada del Vesuvio nella pineta poco più su della Siesta. Nonostante le campagne di sensibilizzazione e i controlli di volontari e forze dell’ordine, c’è ancora gente che in una giornata di festa come quella di oggi se ne fotte del prossimo e dell’ambiente che ci circonda. Da alcune immagini riprese nella zona e da alcuni controlli, in quel punto hanno bivaccato due gruppi di persone giunte lì a bordo di tre auto e due scooter da cui sono stati individuati i numeri di targa. Mi auguro che si riesca a risalire ai responsabili di questo scempio e a punirli come meritano. Queste immagini fanno tanta rabbia e tantissimo dolore".

Inciviltà a Pasquetta : le foto del Vesuvio invaso dai rifiuti

clicca per guardare tutte le foto della gallery

Dopo la tradizionale gita del Lunedì di Pasquetta, il Vesuvio è diventato una discarica a cielo aperto. Rifiuti sparsi nelle pinete, bottiglie di plastica, piatti, sacchetti e tovaglie sparsi nei tavoli da pic nic e, nei cespugli, tra gli alberi e per terra. A denunciarlo, con tanto di foto, è il sindaco di Ercolano, Ciro Buonajuto, sulle sue pagine social: "Questo è lo schifo che alcuni barbari hanno lasciato lungo la strada del Vesuvio nella pineta poco più su della Siesta. Nonostante le campagne di sensibilizzazione e i controlli di volontari e forze dell’ordine, c’è ancora gente che in una giornata di festa come quella di oggi se ne fotte del prossimo e dell’ambiente che ci circonda. Da alcune immagini riprese nella zona e da alcuni controlli, in quel punto hanno bivaccato due gruppi di persone giunte lì a bordo di tre auto e due scooter da cui sono stati individuati i numeri di targa. Mi auguro che si riesca a risalire ai responsabili di questo scempio e a punirli come meritano. Queste immagini fanno tanta rabbia e tantissimo dolore".