FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Uccide i figli e tenta il suicidio, madre arrestata rifiuta le cure

Antonella Barbieri, 39 anni, è ricoverata, dopo che ha tentato di togliersi la vita, allʼospedale di Reggio Emilia

Uccide i figli e tenta il suicidio, madre arrestata rifiuta le cure

Antonella Barbieri, la 39enne che ha ucciso la figlia di due anni, Kim, e il fratello di cinque, Lorenzo Zeus, e poi ha tentato il suicidio, è stata sottoposta ad arresto nella tarda serata di giovedì. Ricoverata nell'ospedale di Reggio Emilia e piantonata dai carabinieri, la donna rifiuta le cure e non è stato possibile operarla.

L'uccisione della piccola Kim - La donna è accusata di duplice infanticidio. Secondo quanto ricostruito, la madre, che soffriva di problemi psichici, nella tarda mattinata di giovedì ha ucciso la figlia Kim, soffocandola con un cuscino e poi lasciandola coperta nel letto matrimoniale della casa di Suzzara dove viveva col marito Andrea Benatti, ex rugbista. E' stato l'uomo a ritrovarne il corpo, più tardi, insieme ai carabinieri.

L'uccisione di Lorenzo Zeus - Poi, senza cellulare, ma portando con sé un coltello da cucina, è uscita in auto con il primogenito Lorenzo Zeus e ha raggiunto un argine del Po in una sperduta zona golenale, in località Fogarino, e nel primo pomeriggio c'è stato il secondo omicidio.

La scoperta degli omicidi - In seguito un pastore ha notato l'auto in sosta, ha visto la donna ferita, con l'arma ancora piantata nella pancia, e ha chiamato i soccorsi. Sentita dagli investigatori, avrebbe confessato, ma le sue parole continuano ad essere molto confuse.

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali