FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Stop agli allevamenti in gabbia, l'Emilia Romagna fa da apripista in Italia e approva la risoluzione

La Giunta regionale si è impegnata a sostenere un percorso di transizione verso allevamenti che rispettino il benessere degli animali

galline gallina polli pollo batteria, generica
ap-lapresse

Storica decisione della Giunta regionale dell'Emilia Romagna, che - prima in Italia - ha approvato una risoluzione per sostenere un percorso di transizione verso allevamenti che non facciano uso di gabbie e rispettino il benessere degli animali. Il via libera al testo, di cui è prima firmataria la capogruppo di Europa Verde Silvia Zamboni, è arrivato dalla commissione Politiche economiche.

La risoluzione prende spunto dall'iniziativa "End the Cage Age" (Stop all'era delle gabbie), che ha visto la consegna alla Commissione europea di 1,4 milioni di firme raccolte negli Stati membri dell'Unione (90mila delle quali raccolte in Italia).

 

Come sottolineato dalla Zamboni, "grazie all'approvazione della risoluzione, la Regione Emilia Romagna intraprende un percorso istituzionale per la tutela sia del benessere e della salute degli animali, e quindi anche dei consumatori, sia della reputazione delle nostre eccellenze alimentari sui mercati internazionali".

 

"E' ormai riconosciuto - aggiunge - che l'industrializzazione dei sistemi di allevamento intensivi costringe un alto numero di animali a vivere in spazi ristretti con ripercussioni negative sul loro benessere e la loro salute".

 

Gli animali che, ad oggi, posso essere legalmente allevate in gabbia, per tutta o parte della loro vita, sono galline, mucche, conigli, quaglie, scrofe e anatre. A sostegno dell'iniziativa "End the Cage Age" si sono espressi anche 140 scienziati internazionali e alcune delle principali aziende alimentari di tutta Europa.

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali