FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Soliera (Modena), 77enne muore d'infarto dopo aver votato

I soccorsi sono stati immediati ma, nonostante la presenza di un defibrillatore, non c'è stato nulla da fare

 elezioni, voto, urne, generica
Ansa

È stato stroncato da un infarto, subito dopo aver espresso la propria preferenza alle urne per le elezioni politiche 2022.

Ed è accaduto proprio all'apertura dei seggi, alle 7 del mattino, in una scuola elementare di Soliera, in provincia di Modena. La vittima - secondo quanto riporta l'edizione modenese de il Resto del Carlino - aveva 77 anni ed era originaria di Limidi.

Elezioni, da Aosta a Palermo code e caos ai seggi: colpa del tagliando antifrode?

File ai seggi elettorali. Potrebbe essere il tagliando antifrode a causare rallentamenti e attese più lunghe del previsto, da Aosta a Catania, passando per Milano, Torino, Roma e Cagliari. Ma cos'è questo meccanismo che potrebbere essere tra le cause delle code e dei disagi ai seggi? Previsto dal Rosatellum, l'attuale legge elettorale con la quale sono chiamati al voto gli italiani, il tagliando antifrode è stato introdotto per impedire il voto di scambio e l'ingresso di schede dall'esterno. Un meccanismo che era stato già sperimentato in passato, con le elezioni del 2108. Tecnicamente, il tagliando è un codice progressivo alfanumerico che viene staccato dalla scheda elettorale soltanto dopo che il cittadino ha espresso la sua preferenza. Il presidente controlla se il numero del tagliando è lo stesso che è stato annotato prima della consegna della scheda. Solo al termine di questo controllo, la scheda può essere inserita nell'urna. Dal canto loro, gli elettori, prima di inserire la scheda, devono controllare che quel tagliano sia staccato altrimenti, in fase di scrutinio, quella scheda stessa sarà considerata 'non anomina' e verrà annullata. Il tagliando antifrode è previsto dall'articolo 58 della legge ed è descritto nell'articolo della legge 361 del 1957 (il testo unico delle leggi in materia elettorale), aggiornata dalla legge 3 novembre 2017, n. 165, appunto il Rosatellum. L'elettore, secondo quanto previsto, consegna al presidente del seggio, al termine delle operazioni di voto, scheda chiusa e la matita. Il presidente "verifica l'identità" della scheda "esaminando la firma e il bollo, e confrontando il numero scritto sull'appendice con quello scritto sulla lista". Tocca sempre al presidente staccare il tagliando dalla scheda, "seguendo la linea tratteggiata", "controlla che il numero progressivo sia lo stesso annotato prima della consegna e, successivamente, pone la scheda senza tagliando nell'urna".

Leggi Tutto Leggi Meno

 

La storia - Il 77enne aveva appena inserito le schede nell'urna quando si è accasciato. I soccorsi sono stati immediati e, in attesa dell’arrivo dell’ambulanza, le forze dell’ordine presenti sul posto, insieme a un volontario della Croce blu, hanno cercato di salvare l'uomo usando il defibrillatore, tentando in tutti i modi di rianimarlo. Ma il 77enne, pensionato, è morto al seggio subito dopo aver espresso il suo voto in cabina elettorale. La tragedia ha sconvolto l'intero comune. 

 

 

 

TI POTREBBE INTERESSARE

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali