FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Ndrangheta, blitz a Reggio Emilia: misure cautelari, 24 milioni sequestrati | Alcuni indagati col reddito di cittadinanza

Operazione Billions: i reati contestati sono frode fiscale, bancarotta e riciclaggio

La polizia di Stato e la guardia di finanza hanno eseguito numerose misure cautelari personali per frode fiscale, bancarotta e riciclaggio nonché sequestri di beni e disponibilità finanziarie per un totale di 24 milioni di euro nei confronti dei presunti membri di un'organizzazione criminale avente base a Reggio Emilia e operante su tutto il territorio nazionale. Alcuni degli indagati risultano beneficiari di reddito/pensione di cittadinanza.

L'attività d'indagine, denominata 'Billions', condotta dalla Squadra mobile della questura di Reggio Emilia, supportata dal Servizio centrale operativo della polizia di Stato, e dal Nucleo di polizia economico finanziaria della Gdf, ha permesso di scoprire "un'organizzazione che, con una metamorfosi criminale, ha sostituito i tradizionali reati con un complesso sistema finalizzato alla commissione di reati di natura finanziaria".

 

Tra i destinatari di misura detentiva risulta presente un ulteriore soggetto di spicco della criminalità calabrese, che è stato uno dei protagonisti della guerra di 'ndrangheta combattuta a Reggio Emilia negli anni '90.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali