FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Badge mensa offerto al collega, reintegrato l'operaio licenziato alla Marcegaglia a Ravenna

La differenza a danno dellʼazienda di 19 centesimi a pasto, dato contestato dalla Marcegaglia. Per il giudice, comunque, la cifra è talmente irrisoria da non minare il rapporto di fiducia

mensa scolastica cibo scuola

Per 32 volte aveva offerto il pranzo a un collega in difficoltà economica, prestandogli il badge per la mensa con un risparmio di 6 euro a pasto, tariffa per i lavoratori esterni. Per questo motivo un capomacchine era stato licenziato dalla Marcegaglia di Ravenna. Di diverso avviso il giudice del lavoro, che ha accolto l'istanza di reintegro, evidenziando che in caso di mancato utilizzo della mensa, il lavoratore avrebbe avuto diritto ai buoni pasto. 

Il giudice ha anche condannato l'azienda al pagamento di un'indennità pari all'ultima retribuzione. A conti fatti, la differenza a danno di Marcegaglia sarebbe stata di 19 centesimi a pasto, per un totale di 6,08 euro totali. Secondo l'azienda, tale cifra era invece pari a 126,72 euro. In merito alla differenza effettiva, il giudice ha invece sottolineato che si tratta di "importo talmente irrisorio da non potere fondare in alcuno scenario interpretativo possibile una lesione del vincolo fiduciario tra datore di lavoro e lavoratore". 

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali