FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Donna trovata morta nel Cuneese, arrestato il marito: aveva debiti di gioco

Roberta Perosino, 54 anni, era stata trovata senza vita nella sua abitazione il 26 giugno scorso. Eʼ stata uccisa nello stesso paese di Elena Ceste

Non ha avuto un malore, come si era ipotizzato in un primo momento, ma Roberta Perosino di 54 anni è morta per soffocamento. E' quanto appurato dalle indagini dei carabinieri, coordinati dalla Procura di Asti, che hanno arrestato il marito della vittima: Arturo Moramarco, un macellaio 58enne in pensione. Secondo gli inquirenti il delitto è maturato dopo un litigio della coppia a causa dei debiti di gioco del marito.

 La donna era stata trovata senza vita nel suo appartamento a Govone d'Alba, nel Cuneese, il 26 giugno scorso. Un femminicidio che ricorda tristemente quello di un'altra donna, Elena Ceste, sempre di Govone, uccisa nel 2014 per mano del marito: condannato a 30 anni di carcere.

In un primo momento si era pensato che la 54enne fosse morta per un malore, in seguito a un tentativo di furto nel suo appartamento. A dare l'allarme era stato proprio il marito che aveva dichiarato agli inquirenti di aver trovato la donna riversa a terra nella loro abitazione. In casa però non c'erano segni di effrazione.

Sono stati i carabinieri di Alba a ricostruire la vicenda e ad approfondire le indagini dopo una serie di incongruenze sugli orari dei fatti, emerse dopo l'analisi di alcune videocamere di sorveglianza situate nella zona. Il controllo dei conti correnti ha poi evidenziato, da marzo a giugno, prelievi per oltre 20mila euro. Denaro che Moramarco giocava alle slot machine. Durante la perquisizione domiciliare è stato rinvenuto anche un biglietto della donna: "Non cercarmi da nessuna parte, non so quando torno e se torno". Per gli inquirenti sarebbe stata la scintilla che ha fatto scattare il femminicidio.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali