FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Delitto di Garlasco, Alberto Stasi non si arrende: pronto il ricorso in Cassazione

Alberto Stasi non si arrende. Il suo difensore Laura Panciroli annuncia il ricorso in Cassazione contro l'ordinanza della Corte d' appello di Brescia che ha dichiarato inammissibile la richiesta di revisione del processo. I giudici della prima sezione penale hanno motivato in 49 pagine la decisione che Stasi continui a scontare la condanna definitiva a sedici anni di reclusione per l' omicidio della fidanzata Chiara Poggi, avvenuto il 13 agosto del 2007 a Garlasco, in provincia di Pavia.      

 

La 26enne fu trovata senza vita nella villetta con cui viveva con i genitori e il fratello. Dopo 13 anni sembra non avere ancora aperta la drammatica vicenda cominciata con una drammatica chiamata al numero di emergenza proprio da parte di Stasi, ora detenuto presso il carcere di Opera per scontare una condanna definitiva a 16 anni.

 

"Io spero solo che dopo 13 anni questa storia sia finita per sempre", aveva dichiarato la mamma di Chiara dopo l'ultima sentenza di Brescia. Ma ora la parola torna nuovamente agli ermellini.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali