FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

DallʼHellas Verona al terrorismo: espulso dallʼItalia ex calciatore

Il giovane senegalese avrebbe iniziato a odiare lʼOccidente dopo il suo allontanamento dalla squadra: immediato lʼintervento della digos di Vicenza

E' stato utilizzato il "protocollo anti-terrorismo" a Vicenza per l'espulsione dall'Italia di Mame Fily Sall, un giovane ventunenne di origini senegalesi residente a Torrebelvicino (Vicenza). La polizia di Stato, ritenendolo "instabile e potenzialmente pericoloso", ha accompagnato il ragazzo alla frontiera aerea di Milano Malpensa dove ha preso il primo volo diretto verso il Paese d'origine.

I due anni nell'Hellas VeronaArrivato in Italia appena tredicenne dalla Francia passando per Ventimiglia, il giovane aveva ottenuto un permesso di soggiorno regolare perché ospitato dagli zii. Una volta diventato maggiorenne inizia la carriera calcistica nell'Hellas Verona dove resta  dal 1 gennaio 2014 al 30 giugno 2016,  prendendo uno stipendio da ventiduemila euro all'anno. Dopo esser stato estromesso dalla squadra per insufficenti capacità tecniche il ragazzo non sopporta quella bruciante umiliazione e, mentre rischia l'invalidità del permesso di soggiorno, inizia, così, a provare odio e risentimento verso l'Occidente.

Da tempo era monitorato dagli agentiNel settembre 2017, la digos lo scopre mentre tenta di acquistare del mercurio attraverso internet da un venditore di orologi della provincia di Udine. Viene convocato in questura ma lui si giustifica spiegando l'uso del mercurio come "offerta a entità divine". Nel febbraio 2018 poi, dopo esser stato sorpreso poco prima a Schio, dai carabinieri con un coltello da cucina di oltre tredici centimetri, cerca di procurarsi una pistola ma, viene denunciato dall'italiano che vende le armi regolarmente registrate. Al momento di un controllo presso la sua abitazione a Torrebelvicino,  poi, gli agenti trovano il Corano sotto il suo cuscino e Sall che ascolta la predicazione di un imam da un'emittente televisiva senegalese.

Il protocollo anti-terrorismoLe occasioni in cui il senegalese ha mostrato un forte interesse nel cercare di reperire armi da fuoco e sostante chimiche, oltre che l'adesione all'Islam e l'odio verso l'Occidente, sono validi motivi per gli agenti per ritenerlo un soggetto "instabile e potenzialmente pericoloso". Alle 17:15 di ieri viene imbarcato su un volo diretto con destinazione Senegal. Il decreto di espulsione è valido per cinque anni.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali