FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Crisi idrica in Sicilia: i fondi stanziati dallʼUe rischiano di tornare al mittente

Striscia la Notizia torna a occuparsi dell’emergenza acqua nella regione

Il rapporto tra i siciliani è l’acqua è tutt’altro che semplice. Quando piove troppo il rischio di allagamenti è sempre altissimo, quando invece le precipitazioni scarseggiano la siccità diventa uno dei problemi principali per l’intera regione tanto che, per farvi fronte, alcune città hanno deciso di razionare l’acqua ai propri cittadini. A riportare alla luce questo problema ci ha pensato l’inviata di Striscia la Notizia Stefania Petyx che ricorda come nel 2004, l’allora governo Cuffaro concesse alla società privata Sicilia Acque metà delle risorse idriche della regione per ben 40 anni e per un prezzo molto conveniente. La restante parte delle risorse sono invece rimaste in parte alla regione e in parte all’Eas, l’Ente acquedotti siciliani in liquidazione dal 2004 e in grave dissesto economico.

C’è poi un problema che riguarda il consumo dei bacini idrici siciliani che, come sottolinea sempre l’inviata del tg satirico, rischiano il cedimento per carenze strutturali e assenza di una corretta manutenzione. In tutto ciò la bella notizia ci sarebbe anche, ovvero lo stanziamento da parte dell’Ue di 110 milioni di euro per potenziare almeno uno di questi bacini. Il problema è che ancora non è stato emesso alcun bando e questi soldi rischiano di tornare al mittente alla fine dell’anno.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali