FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Covid, ipotesi riaperture progressive: da maggio alzano le saracinesche bar e ristoranti a giugno le palestre

Le Regioni spingono per "liberare" il Paese entro due mesi dalla morsa delle restrizioni. Oggi la cabina di regia presieduta dal premier Draghi

Covid, ambulanti bloccano l'autostrada Caserta-Napoli

Mobilitazione degli ambulanti campani che hanno deciso di bloccare il tratto di autostrada all'altezza di Marcianise (Caserta) dell'A1 Milano-Napoli, tra il bivio con la A16 Napoli-Canosa e Caserta Sud in direzione di Roma. Centinaia di lavoratori che chiedono di poter ritornare al proprio lavoro, sono per strada, ed hanno fermato le auto in transito creando forti disagi alla circolazione. Oltre ai mercatali sono presenti anche alcune rappresentanze di altre categorie colpite dalla pandemia come ristoratori e gestori di palestre.

Leggi Tutto Leggi Meno

L'ipotesi di riaperture progressive a partire da maggio (con la possibilità di premiare già dal 26 aprile gli Enti locali che avranno i dati epidemiologici migliori) rilancia le speranze delle Regioni. Si inizierà con bar e ristoranti nelle zone gialle: dalla prima metà del mese solo a pranzo mentre dalla seconda metà anche a cena, con un allentamento del coprifuoco che dovrebbe slittare verso la mezzanotte. Poi con il via agli Europei dell'11 giugno, allo stadio di Roma, anche palestre e piscine potranno alzare la saracinesca. Sarà la cabina di regia convocata dal premier Draghi a delineare il percorso, sulla quale peserà la curva dei contagi.

Pressing delle Regioni sul governo - Sul tavolo di oggi, giovedì 15 aprile, ci saranno le proposte dei presidenti di Regione, che spingono per la gran parte a riaperture progressive e alla revisione dei parametri per i colori. Ma si discuterà anche del tema scuole, con la speranza di poter rivedere in aula tutti gli studenti delle superiori, al 100%. Un'ipotesi fortemente voluta dal premier Mario Draghi, che giovedì ha incontrato il portavoce del Comitato tecnico scientifico, Silvio Brusaferro, e il coordinatore Franco Locatelli. La riunione del governo si dovrebbe tenere dopo l'ultimo aggiornamento dei dati del contagio del Paese.

 

La road map delle riaperture Due mesi, dunque, nei quali mettere in atto una road map per rialzare le saracinesche di bar, ristoranti, cinema, teatri, musei, palestre e tante altre attività che da mesi soffrono una crisi senza precedenti. Con ogni probabilità quindi il primo passo sarà la riapertura dei servizi di ristorazione nelle zone gialle anche nella fascia serale. Il che dovrebbe inevitabilmente essere accompagnato da uno slittamento di una-due ore del coprifuoco che, ad oggi, comincia alle 22. Le ipotesi per il distanziamento sono di un metro di distanza per i tavoli all'aperto di due metri all'interno dei locali.

 

 

Ipotesi scuola: da maggio studenti in classe Ma da maggio potrebbero tornare in presenza anche tutti gli alunni delle scuole superiori anche se per l'associazione nazionale presidi questa ipotesi resta "possibile ma improbabile". "E' chiaro che bisogna compiere delle azioni esterne alla scuola, non basta lavorare all'interno delle scuole, dove abbiamo lavorato tanto", afferma il presidente, Antonello Giannelli. "Se i trasporti saranno, e devono essere, organizzati in modo adeguato - è il monito della ministra Elena Bonetti - anche la riaperture delle scuole secondarie di secondo grado potrà essere fatta". Ma, proprio sulle scuole, in agenda potrebbe esserci anche la possibilità di tenerle aperte in estate per chi non va in vacanza. La proposta arriva dal sottosegretario all'Istruzione, Rossano Sasso, ma al momento resta solo un'ipotesi che, comunque, potrebbe prendere piede già nei prossimi giorni.

 

Da giugno aprono piscine e palestre L'annuncio del pubblico all'Olimpico, al 25% della capienza, per l'11 giugno, ha dato il via alle inevitabili richieste di tanti altri settori chiusi ormai da un anno, salvo la breve parentesi estiva. Nella prima decade si ipotizza la ripartenza degli spettacoli all'aperto con capienza al 25-30% e delle strutture turistiche, mentre si avvia la stagione balneare. Nella seconda decade del mese si dovrebbe procedere alla riapertura, con precauzioni, di palestre e piscine. Strutture sulle quali il Cts ha già fissato le regole: 2 metri in palestra, 10 metri quadri in piscina. Nella fase iniziale il via libera potrebbe comunque riguardare solo gli allenamenti individuali.

 

I parrucchieri potrebbero riaprire già in zona rossa I parrucchieri potrebbero riaprire anche in zona rossa, come chiedono le Regioni di centro-destra e il ministro Maria Stella Gelmini, ma con regole molto severe.

 

Il calendario delle possibili riaperture tra aprile e maggio

 

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali