FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Covid, chiude centro assistenza Ippocrateorg: medici sospesi

L'auspicio del fondatore del gruppo Facebbok che forniva anche da remoto alcune terapie domiciliari è quello di riaprire a gennaio

covid israele vaccino vaccini vaccinazioni
Afp

Chiude il centro assistenza di Ippocrateorg, la contestata rete di medici legata a un gruppo Facebook che forniva anche da remoto alcune terapie domiciliari contro il Covid. La maggior parte dei medici, è stata sospesa. Non possono più esercitare neppure in telemedicina. Sono stati sospesi perché, afferma polemicamente su YouTube il fondatore Mauro Rango, "non si sono vaccinati".

"Sono stati sospesi perché non si sono vaccinati e perché hanno curato più di 60mila persone a casa, lasciate sole, con tachipirina e vigile attesa, che non avevano nessun altro a cui rivolgersi se non a uno dei nostri medici per telefono", prosegue Rango. 

 

"Medici di Ippocrateorg sono perseguitati"

L'auspicio del fondatore di Ippocrateorg è quello di riaprire a gennaio. "Siamo stati costretti a chiudere fino al 31 dicembre - evidenzia - , perché stiamo cercando nel frattempo altri medici che siano ancora iscritti all'Ordine e che possano prendere in mano il servizio assistenza. In passato ai volontari che dopo il lavoro, durante o nelle pause, chiamavano pazienti gratuitamente e li assistevano perché avevano bisogno sarebbe stato dato un premio. Oggi sono persone che vengono perseguitate. Di cui sui giornali, sulle tv, non si fa altro che dire le peggiori cose".

 

"Non è un addio ma un arrivederci" "Tantissima gente continua a cercarci, che ha bisogno di sostegno e aiuto perché il protocollo sostanzialmente rimane ancora quello di tachipirina e vigile attesa, perché spesso si è soli a casa e si ha bisogno di un medico reperibile. Non è assolutamente un addio, ma un arrivederci a prestissimo perché Ippocrateorg non molla e non mollerà".

Covid, scatta l'obbligo di mascherine in centro a Milano: multe fino a 3mila euro

Nel centro di Milano scatta l'obbligo di indossare le mascherine all'aperto. L'ordinanza del sindaco, Giuseppe Sala, è valida da sabato 27 novembre a venerdì 31 dicembre. Per chi non rispetterà l'obbligo scatterà una sanzione amministrativa pecuniaria da 400 euro a 3mila euro. Le vie comprese nel provvedimento sono le centralissime piazza Castello, largo Cairoli, via Dante, piazza Cordusio, via Orefici, via e piazza Mercanti, piazza del Duomo, Galleria e corso Vittorio Emanuele II e piazza San Babila. Ordinanze simili sono state firmate anche in altre città italiane, tra cui Brescia, Bergamo, Aosta, Bologna e Firenze.

Leggi Tutto Leggi Meno

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali