FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Covid: a luglio scadono 120mila dosi di vaccino, ad agosto 3 milioni

Il dato diffuso dal sito dell'Unità di completamento della campagna vaccinale. Inoltre, 53,5 milioni le fiale donate dall'Italia all'estero

vaccino anti covid coronavirus pfizer
IPA

A luglio scadranno 120mila dosi di vaccino mentre entro la fine di agosto ne andranno in scadenza altre 3 milioni e 117mila.

Il dato è pubblicato sul sito dell'Unità di completamento della campagna vaccinale, la struttura guidata dal generale Tommaso Petroni che è subentrato al commissario Francesco Figliuolo al termine dell'emergenza. Sono invece 53,5 milioni le dosi complessive donate dall'Italia ai Paesi a medio e basso reddito e con bassa immunizzazione.

Le donazioni - Nel dettaglio, ai Paesi Covax sono state date 14,4 milioni di dosi di Astrazeneca, 25,7 milioni di Johnson & Johnson, quasi due milioni di dosi di Moderna e 7,3 di Pfizer. Altre 4,1 milioni di dosi sono invece state donate tramite accordi bilaterali: 3,6 di Astrazeneca a Tunisia, Libia, Rwanda e Cambogia e 500mila dosi di Pfizer in Zambia.

 

Mise: 22 milioni per vaccini anti-Covid - Il ministro dello Sviluppo economico, Giancarlo Giorgetti, ha autorizzato un accordo di programma presentato dall'azienda chimico-farmaceutica Biomedica Foscama che punta ad ampliare la capacità produttiva di vaccini anti-Covid nel sito di Ferentino (Frosinone). Si tratta di un programma di sviluppo industriale, denominato "SI-VAX 4.0", che prevede l'installazione - si legge in una nota diffusa dal Mise - di una nuova linea di preparazione, infialamento e packaging di vaccini anti SARS-COV-2 da realizzare all'interno del Laboratorio Biosicurezza di Livello 2 (BSL2).

 

In particolare, l'investimento ha l'obiettivo di avviare la produzione di fiale monouso e flaconi mono e pluridose contenenti il vaccino anti-Covid a base mRNA o a base di Adenovirus. Le risorse per finanziare l'intervento sono complessivamente pari a 22,6 milioni di euro e il ministero dello Sviluppo economico mette a disposizione agevolazioni pari a 17,9 milioni che consentiranno di aumentare l'occupazione con 80 nuovi posti di lavoro.

 

"Procede nella giusta direzione il programma di investimento promosso dal Mise per sostenere, attraverso i finanziamenti agevolati previsti dai contratti di sviluppo, aziende dell'industria farmaceutica che si impegnano a sviluppare sul territorio nazionale progetti in grado di aumentare la capacità di produzione di vaccini anti-Covid in Italia", ha detto Giorgetti.
 

La somministrazione della quarta dose - Ad oggi sono state somministrate 1.348.490 quarte dosi al 30,49% della platea potenzialmente interessata. Il dato è presente sul sito dell'Unità di completamento della campagna vaccinale dal quale emerge anche che altre 371.097 dosi sono state somministrate al 46,89% della popolazione immunocompromessa interessata, che ha ultimato il ciclo vaccinale con richiamo da almeno 4 mesi.

 

Nel dettaglio, la seconda dose booster è stata somministrata a 981.398 persone, il 22,19% della popolazione interessata che ha fatto al terza dose da almeno 4 mesi, e a 367.092 soggetti che hanno contratto il Covid dopo la terza dose e sono guariti da al massimo 6 mesi, l'8,30% della platea potenzialmente interessata.

TI POTREBBE INTERESSARE

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali