FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Chiede il suicidio assistito allo Stato, Associazione Coscioni: "C'è via libera dal Comitato Etico delle Marche"

Il 46enne da 18 anni immobilizzato "rientra nei parametri stabiliti dalla Consulta nella sentenza Cappato-Dj Fabo", spiega una nota. Il parere risale all'8 aprile, ma è stato recapitato a Fabio solo dopo il suo appello ed è incompleto perché nulla dice sulle modalità da seguire

Fabio Ridolfi, il 46enne da 18 anni immobilizzato a letto per una patologia irreversibile, che ieri ha lanciato un appello per il suicidio medicalmente assistito" rientra nei parametri stabiliti dalla Consulta nella sentenza Cappato-Dj Fabo per potere accedere all'aiuto medico alla morte", secondo il parere del Comitato Etico Regione Marche.

Lo rende noto l'Associazione Luca Coscioni, sottolineando che

"il parere risale all'8 aprile, ma è stato recapitato a Fabio solo dopo l'appello ma nulla dice sulle modalità e sul farmaco da usare" .


Dunque, per l'associazione si tratta di una grave negligenza da parte delle istituzioni

. "Nonostante ripetuti solleciti - dichiarano ancora - qualcuno in Asur Marche aveva 'dimenticato', per 40 giorni, di comunicarlo a Fabio Ridolfi".

Un parere che il 46enne attendeva da due mesi

, dopo essersi sottoposto alle visite mediche previste. 


 



 


Ma "il parere 'positivo' dato dal Comitato etico - attacca Filomena Gallo, avvocato e segretario dell'Associazione - 

è incompleto, perché nulla dice sulle modalità di attuazione e sul farmaco da usare

affinché la volontà di Fabio possa finalmente essere rispettata". 



"E' ora doveroso - ribadisce - che il Sistema sanitario delle Marche definisca le modalità del caso

nella massima urgenza,

senza che sia necessario nuovamente da parte di Fabio procedere per vie legali". 


Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali