FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Castelfranco, Alberto Antonello è stato dimesso dall'ospedale: ora è a casa 

Il 19enne, gravemente ferito nellʼincidente costato la vita alla fidanzata, ha lasciato il reparto di terapia intensiva dopo 14 giorni. La sera dellʼincidente gli fu ritirata la patente ma, anzichè rientrare a casa, andò in discoteca.

Da qualche giorno le sue condizioni lasciavano ben sperare, ora arriva la conferma: il 19enne Alberto Antonello è tornato a casa.  Il giovane, rimasto gravemente ferito nel drammatico incidente di Halloween in cui è morta la fidanzata Giulia Zandarin, è stato dimesso dall’ospedale di Castelfranco dov’era ricoverato in terapia intensiva da due settimane. Continuerà le cure di cui ha bisogno nella propria abitazione, con i genitori Franco, Bianca e il fratello Andrea.

Un miglioramento graduale. Le sue condizioni, dopo il risveglio dal coma, sono apparse meno gravi del previsto.  Il ragazzo non ha subito alcun trauma al cervello a seguito del terribile incidente e le contusioni riportate al torace sono in regressione. Per questo motivo non dovrà essere operato. Ma se le condizioni fisiche sono in miglioramento saranno quelle psicologiche il vero trauma di Alberto; dovrà superare la perdita della sua fidanzata. Ora vive sempre circondato da amici e parenti.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali