FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Caso Contrada, la Cassazione dice no alla revisione della condanna dellʼex 007

"Inamissibile" è stata dichiarato il ricorso della difesa di Contrada, condannato per concorso esterno in associazione mafiosa

La Cassazione ha dichiarato "inammissibile" il ricorso di Bruno Contrada contro la condanna definitiva per concorso esterno in associazione mafiosa emessa dalla Suprema Corte nel 2007. La difesa, che aveva contestato questa sentenza dopo che ad aprile la Corte di Strasburgo aveva "censurato" la condanna a 10 anni di carcere inflitta all'ex 007, aveva fatto ricorso per "errore materiale". Contrada: "Mi sia restituito l'onore tolto".

Contrada chiedeva la revisione del processo in forza di una sentenza della Corte europea dei diritti dell'uomo che l'anno scorso aveva sanzionato l'Italia. Per i giudici di Strasburgo, Contrada non doveva essere processato e condannato perché, all'epoca dei fatti (1979-1988), il reato di concorso esterno in associazione mafiosa non "era sufficientemente chiaro e il ricorrente non poteva conoscere nello specifico la pena in cui incorreva per la responsabilità penale che discendeva dagli atti compiuti".

"Leggeremo - ha aggiunto l'ex 007 - le motivazioni per cui la Cassazione non dà esecuzione alla sentenza della Corte europea. Ma sin da ora si può dire che sia una decisione in contrasto con la convenzione sottoscritta dallo Stato italiano".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali