FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Cannabis per lenire i dolori della fibromialgia, tribunale assolve un 26enne nel Cosentino

Christian Filippo fu arrestato dai carabinieri dopo il ritrovamento di coltivazioni di marijuana nel suo appartamento

Arresto per coltivazione Cannabis
Da video

Christian Filippo era stato arrestato nel giugno 2019 dopo che nel suo appartamento erano state trovate piante di marijuana.

L'accusa nei confronti del 26enne era di

coltivazione e detenzione di sostanze stupefacenti

a fine di spaccio. Ma il tribunale di Paola, in provincia di Cosenza, lo ha

assolto

perché "il fatto non sussiste".

Il ragazzo aveva spiegato ai legali il motivo dell'utilizzo di cannabis a scopo terapeutico, in quanto soffriva di fibromialgia. Il processo è iniziato nel 2019 e si è concluso questo giovedì con l'ultima udienza che lo ha dichiarato innocente.


Uscito dall'aula del tribunale, affiancato dai legali dell'associazione che l'ha seguito fino alla fine, Filippo si dice "felicissimo dell'assoluzione, c’è voluto molto tempo e l’attesa di questo momento non è stata facile. Questa conclusione è un messaggio importante anche per tutte quelle persone che si trovano nelle mie condizioni. Ho voluto sopperire a una mancanza e l’ho voluto fare senza andare nelle piazze di spaccio".


TI POTREBBE INTERESSARE

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali