FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Whirlpool, la rivolta dei lavoratori dello stabilimento di Napoli: corteo in strada, bloccata lʼautostrada A3

La protesta degli operai, durata alcuni minuti, arriva dopo lʼannuncio della cessione della sede partenopea

I lavoratori della Whirlpool hanno bloccato per alcuni minuti l'autostrada Napoli-Pompei-Salerno all'altezza del casello della A3, posizionandosi al centro della carreggiata per un sit-in. "La Whirlpool prova a esasperare i sindacati e i lavoratori napoletani e a minarne la resistenza - ha commentato il segretario generale della Uil Campania, Giovanni Sgambati - ma abbiamo la volontà per non perdere questo importante insediamento produttivo".

La decisione degli operai, rientrati in fabbrica dopo la protesta, è arrivata dopo la riunione di ieri al Mise dove l'azienda ha annunciato la cessione del ramo d'azienda. Questa mattina i lavoratori hanno tenuto un'assemblea davanti ai cancelli della fabbrica chiusa. Al termine il corteo è andato in direzione via Argine, fino ad arrivare a bloccare il tratto autostradale.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali