FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Omicidio-suicidio nel Casertano, strangola la moglie e si impicca

La tragedia è avvenuta al culmine di una lite tra i coniugi, forse per motivi passionali o legati al lavoro dellʼuomo

Omicidio-suicidio nel Casertano, strangola la moglie e si impicca

Ha strangolato la moglie dopo un litigio e poi si è tolto la vita impiccandosi nel solaio dell'abitazione. L'omicidio-suicidio è avvenuto nel Casertano, a San Marcellino. A ritrovare i corpi senza vita dei genitori, Antonio Topa, carpentiere di 51 anni, e Immacolata Stabile, casalinga di 48, sono stati i due figli della coppia rincasati intorno alle due di notte dopo una serata con gli amici. La donna aveva denunciato il consorte circa un anno fa per maltrattamenti, ma dopo due settimane aveva ritirato la denuncia.

Secondo gli inquirenti, Topa avrebbe ucciso la moglie al culmine di un violento litigio. I motivi potrebbero essere di tipo passionale oppure legati alla situazione lavorativa precaria dell'uomo. La donna, il cui corpo è stato trovato in camera da letto, sarebbe stata strangolata a mani nude. L'uomo ha poi preso un laccio con cui si è tolto la vita. I figli, sotto shock per il ritrovamento dei cadaveri dei genitori, hanno chiamato i carabinieri e il 118. Sul caso indaga la procura di Napoli Nord.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali