FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Omicidio nel Napoletano, uomo morto in una gioielleria di Marano

La cassaforte del negozio è stata trovata aperta e senza gioielli, ma lʼipotesi della rapina non sarebbe quella privilegiata dagli investigatori

Omicidio a Marano, in provincia di Napoli. All'interno di una gioielleria è stato infatti trovato morto il 43enne Salvatore Gala, titolare dell'esercizio. Il negozio è stato messo a soqquadro e la cassaforte è stata ritrovata aperta e senza gioielli, ma secondo gli inquirenti, contrariamente a quanto era trapelato dopo l'omicidio, l'ipotesi della rapina non sarebbe quella privilegiata.

Omicidio nel Napoletano, gioielliere ucciso nel suo negozio

A scoprire il cadavere, in mattinata, sono state la madre e la sorella della vittima. Gala non era rientrato a casa la scorsa notte e la famiglia, insospettita, aveva allertato le forze dell'ordine. Il delitto - l'uomo è stato ucciso con un solo colpo di pistola - potrebbe essere avvenuto lunedì sera. Tra le persone che i carabinieri di Giugliano in Campania (Napoli) stanno ascoltando in caserma, figura anche la ex moglie della vittima. All'esterno del negozio è sistemata una telecamera che potrebbe avere ripreso le persone entrate e uscite dal negozio. La gioielleria si trova nella centrale via Merolla, al civico 77.

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali