FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Napoli, troppi schiamazzi: un 83enne uccide il titolare di un chiosco

I carabinieri hanno bloccato lʼanziano e lo hanno arrestato. Feriti anche la figlia e il genero della persona uccisa

Infastidito dagli schiamazzi provenienti dal chiosco sotto casa, ha preso la pistola e ha sparato. Protagonista un anziano di 83 anni, che a Palma Campania, nel Napoletano, ha ucciso la scorsa notte il proprietario del chiosco, di 67 anni, deceduto in ospedale per le lesioni riportate. Sono rimaste ferite e portate in ospedale anche la figlia e il genero della vittima. I carabinieri hanno bloccato l'anziano e lo hanno arrestato.

Colpiti dai cinque proiettili esplosi sono appunto il titolare del chiosco, Giuseppe Di Francesco, di 67 anni, morto in ospedale, sua figlia e il genero. La ragazza, ferita superficialmente, è stata portata all'ospedale di Nola, mentre il genero è stato trasportato all'ospedale di Sarno (Salerno) per essere sottoposto a un intervento chirurgico alla milza e al polmone. 
 
Rinvenuta e sequestrata l'arma utilizzata, una pistola semiautomatica modello "Guardian" calibro 9 regolarmente detenuta. L'arma aveva ancora un colpo in canna e uno nel caricatore. 

In casa i carabinieri hanno trovato un vero e proprio arsenale, tutte armi regolarmente detenute: 5 fucili, una pistola semiautomatica Beretta "Px4 Storm", una rivoltella Colt e circa 290 munizioni di vario calibro. Sembra infatti che l'uomo amasse andare a caccia. L'83enne è stato condotto nel carcere di Poggioreale.  
 
Tanto lo sconcerto e il dolore a Palma Campania, dove Di Francesco era molto noto e amato.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali