FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Incidente durante una battuta di caccia: scambia il padre per un cinghiale e lo uccide

Lʼuomo è stato denunciato dai carabinieri per omicidio colposo e per attività venatoria di frodo: in questo periodo nella zona la caccia agli ungulati e vietata

Incidente durante una battuta di caccia: scambia il padre per un cinghiale e lo uccide

Un 34enne di Postiglione, nel Salernitano, ha ucciso accidentalmente con una fucilata il padre, un 55enne, durante una battuta di caccia al cinghiale a Sicignano degli Alburni. Il colpo partito dal fucile dell'uomo ha raggiunto il padre al basso ventre uccidendolo. I carabinieri hanno denunciato il figlio della vittima per omicidio colposo e per attività venatoria di frodo: nella zona vige il periodo di divieto di caccia ai cinghiali.

Secondo la ricostruzione dei fatti, i due si erano addentrati nella fittissima radura della zona montagnosa e impervia, quando i cani dei cacciatori hanno segnalato la presenza di un cinghiale. Il padre, sbagliando, si sarebbe però posizionato proprio nella direzione di tiro del figlio, che sentendo prima il rumore di rami secchi e in seguito l'abbaiare dei suoi cani, segnale che prelude il passaggio della preda, ha visto la sagoma e ha aperto il fuoco colpendo il genitore al ventre.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali